L'Honduras contesta la Goal Line Technology

Il tecnico dell'Honduras, Suarez: "Non era gol, la palla non è entrata totalmente, l'ho visto".

by   |  LETTURE 562
L'Honduras contesta la Goal Line Technology

L'amletico dubbio gol-non gol sembra non avere fine, neppure quando per ridurre al minimo l'errore dell'occhio umano si usa la tecnologia. Alla vigilia della Coppa del Mondo in Brasile ci avevano venduto la Goal Line Technology come il sistema che avrebbe finalmente cancellato ogni dubbio su quei palloni che varcano o non varcano la linea di porta.

Tutto vero? Non proprio perchè il secondo pallone messo in porta dalla Francia (o meglio l'autogol messo a segno dal portiere Valladares, ndr) non avrebbe varcato del tutto la linea di porta secondo quanto ha affermato il tecnico honduregno Luis Fernando Suarez: "Ero sconvolto, in un primo momento il computer aveva dato il 'non gol', poi lo ha convalidato.

Non so a cosa credere". Dello stessoa vviso il malcapitato Noel Valladares, il più vicino di tutti al pallone, il quale ha spiegato: "Non era gol, la palla non è entrata totalmente, l'ho visto".

E che dire dei francesi? Antoine Griezmann ha dichiarato che "se non ci fosse stato questo sistema oggi l'arbitro non avrebbe certamente convalidato la rete", mentre il ct Didier Deschamps ha spiegato che "La rete era valida, l'arbitro ha ricevuto il segnale, il problema è che sullo schermo dello stadio non è comparsa subito l'immagine decisiva".

Insomma, a chi credere?