VIDEO - Il calcio non è solo oro: "Io schiavo del sesso e della magia nera"

Calciatore ivoriano si confessa

by   |  LETTURE 2838
VIDEO - Il calcio non è solo oro: "Io schiavo del sesso e della magia nera"

Yapi Yapo è un calciatore ivoriano dello Zurigo autore di una discreta carriera spesa tra Francia e, soprattutto, Svizzera. Una carriera che però potrebbe essere già finita a soli 32 anni perché un intervento killer di un avversario gli ha letteralmente frantumato un ginocchio.

Lui, però, non si perde d'animo e continua a sperare sorridente di tornare al calcio. Una speranza frutto di una grande fede, che lo aiuta nei momenti di difficoltà ma che soprattutto lo ha salvato da una fine anche peggiore.

E' lo stesso giocatore a raccontarlo in un video denuncia. "La gente pensa che il calcio sia tutto soldi e divertimento - ha detto - Ma non è così. Peccati, perversioni, fornicazione, pornografia: c'è stato un periodo della mia vita in cui sono stato schiavo di tutto questo.

Poi, un mio connazionale mi ha iniziato all'occultismo e sono andato in depressione. Ho perso molti soldi, ho anche pensato al suicidio. Sono riuscito ad uscirne solo quando mi hanno chiesto di sacrificare mio figlio, questo mi ha fatto capire di essere arrivato al limite.

Ora Dio è il mio presidente, Cristo è il mio direttore sportivo e lo Spirito Santo è il mio allenatore" E che Yapi Yapo sia veramente cambiato lo testimonia il fatto che non ha speso nemmeno una parola di rancore verso Sandro Wieser, giocatore dell'Arau che potrebbe avergli rovinato nuovamente la vita...

GUARDA IL FALLO BRUTALE SU YAPI YAPO GUARDA IL VIDEO DENUNCIA DI YAPI YAPO