Infantino: "Fifa, rendere il calcio più globale"



by   |  LETTURE 154

Infantino: "Fifa, rendere il calcio più globale"

Gianni Infantino ha parlato a Dybai. "La visione della Fifa è rendere il calcio ancora più globale. E' concentrato ancora in poche nazioni, servono nuove idee e nuove soluzioni per un calcio più globalizzato.

Il compito è organizzare e generare introiti in tutto il mondo insieme all'aiuto di tutti coloro che collaborano con noi"

Le parole di Infantino

"Nella Fifa abbiamo fatto un pacchetto di sostegno a causa del covid per aiutare non solo i professionisti ma tutto il mondo, per mantenere la fiamma del calcio in vita ed essere pronti quando riprenderemo in modo normale.

Il calcio è la meno importante delle cose importanti. Dobbiamo proteggere i giocatori e le leggende, il gioco e formare le nostre competizioni, forse dobbiamo ripensare ai format delle nostre competizioni e trovare un bilanciamento migliore tra squadre nazionali e club, tra campionati e coppe, tra competizioni lunghe e corte.

Forse è il momento in cui ridurre i viaggi per preservare la salute. Il mondo sta cambiando e avanzando velocemente, il mondo vuole più emozione, i giovani ambiscono a competizioni diverse, dobbiamo mettere tutte queste proposte in gioco, questa è la sfida futura"

"È stato un anno di cui tutti ci ricorderemo di questa pandemia. Ci siamo resi conto di cosa è più importante del calcio. Non tutti ne eravamo consapevoli fino a quando non abbiamo visto che un virus ha messo in ginocchio un mondo intero.

Dobbiamo ringraziare tutte quelle persone che hanno lottato, come i volontari e i dottori per salvare le nostre vite. Il calcio può mandare un messaggio di speranza, dopo essere stati in lockdown possiamo tornare a sperare.

Il calcio sta dando speranza, sta giocando davanti a stadi vuoti, ma ci sono milioni che possono sperare di tornare alla normalità e tutti lavoriamo per riportare gli spettatori negli stadi" Cristiano Ronaldo ha parlato da Dubai, dove è stato premiato ai Glober Soccer Awards.

"Covid? Giocare in uno stadio vuoto è noioso. Rispettiamo i protocolli perché la salute è importante ma la mia passione è sempre stata il calcio, gioco per la famiglia, i tifosi, è bizzarro giocare senza tifosi.

Mi piace anche quando mi contestano, quando faccio gol contro le altre squadre, mi fanno buu, mi motivano. Spero che nel 2021 possiamo tornare a rivedere i tifosi negli stadi" "Da 20 anni consecutivi gioco e segno da professionista? Non sapevo ci fosse un altro record da battere.

E' un piacere sentir parlare dei record, ho conquistato tutto questo ma senza i miei compagni, senza una grande squadra, non avrei raggiunto questi record" "Qualche settimana fa hanno scelto il miglior 11 per il Pallone d'Oro e io c'ero.

Un onore essere qui in questo galà con questi giocatori fantastici come Casillas, Lewandowski, Piquè. Io ho 36 anni ma mi piace ancora tanto il calcio, adoro la mia vita e amo la mia famiglia e i bambini. Faccio le stesse cose e spesso gli stessi esercizi da quindici anni.

A volte arrivo alle 2 del mattino, faccio un massaggio alla SPA per recuperare. Iker Casikllas è un esempio per noi, quando ha avuto il suo problema e' stato un esempio perché ogni tanto non apprezziamo quello che abbiamo"

"Abbiamo una buona squadra e un allenatore fantastico. I giovani stanno migliorando continuamente. Vincere l'Europeo? Possibile. Francia, Spagna e Germania sono le favorite ma noi siano lì per lottare. Dovranno rispettare il Portogallo, siamo una squadra forte, Non vedo l'ora, abbiano una buona opportunità per vincere", ha concluso Ronaldo, a Dubai come Infantino.