Blatter attacca Infantino e gli Usa



by   |  LETTURE 216

Blatter attacca Infantino e gli Usa

L'ex presidente della Fifa Sepp Blatter, all'agenzia svizzera ATS, è tornato a parlare con accuse decisamente pesanti. "Infantino ha voluto rendere il calcio un'enorme macchina da soldi, portando la Coppa del Mondo a 48 squadre, il Mondiale femminile a 32 e quello per club a 24.

Ma è impossibile rendere tutto più grande e subito. Appena preso il potere è stato affetto da megalomania"

Le parole di Blatter

"Mi sono dimesso per la pressione degli Stati Uniti. Hanno detto che doveva saltare la testa.

Io ho rimesso il mio mandato e improvvisamente la FIFA non era più un'organizzazione mafiosa per la magistratura statunitense. E sembra che Infantino si sia aperto la strada verso la presidenza grazie ai contatti con il procuratore federale Lauber.

Platini è stato fatto fuori per aver venduto il suo voto in favore dei Mondiali in Qatar, eppure ora nessuno ha intenzione di spostarli. Si sarebbero potuti svolgere in Inghilterra, Germania, Giappone o negli Stati Uniti.

Io stesso avevo proposto gli USA ma, se così fosse stato, la storia mi avrebbe dato ragione", ha concluso. Proprio il successore di Blatter, l'attuale presidente della Fifa Gianni Infantino, ha intanto dato un annuncio importante in tempi di Coronavirus, in attesa della ripresa anche della serie A.

"Verrà organizzato una partita di beneficenza per raccogliere fondi per la battaglia contro il coronavirus. "È nostra responsabilità dimostrare solidarietà e continuare a fare tutto il possibile per partecipare e sostenere gli sforzi nella lotta contro la pandemia.

Siamo stati attivi nel sensibilizzare l’opinione pubblica attraverso diverse altre campagne e la Fifa ha contribuito anche finanziariamente a questa causa, ma ora ci impegniamo a organizzare questo evento globale di raccolta fondi quando la situazione sanitaria lo consentirà, anche se solo tra qualche mese”.