Ibrahimovic: "Mi piacerebbe andare a Napoli come Diego"

L'attaccante svedese ha parlato del suo futuro che probabilmente sarà lontano dalla MLS

by   |  LETTURE 163
Ibrahimovic: "Mi piacerebbe andare a Napoli come Diego"

Zlatan Ibrahimovic è pronto a tornare in Italia. L'attaccante svedese, ad oggi 38 anni, milita nei Los Angeles Galaxy e sembra che a dicembre dirà addio al calcio americano, la sua voglia è quella di tornare in Europa, in Italia dove alla finestra restano Napoli e Inter.

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport ha dichiarato il desiderio di tornare in Italia. Precisamente a Napoli da quell'Aurelio de Laurentiis che su di lui potrebbe scrivere serenamente la sceneggiatura del suo prossimo film.

Anche perché "vedendo l'amore della città per Maradona viene voglia di provare quell'esperienza e poi sarebbe fantastico replicare quello che ha fatto Diego" Il giocatore non ha neanche nascosto una certa ammirazione per l'Inter di Antonio Conte: "Conte non lo conosco personalmente, ma tutti dicono dia il 500% ogni giorno.

In questo siamo uguali, ci saremmo trovati bene insieme" Messaggi d'affetto o segnali per far capire che Zlatan non è ancora finito e vuole continuare a imporsi in Italia? Anche perchè a sorpresa il giocatore parla anche del..Bologna.

Mihajlovic è un amico, se scegliessi Bologna sarebbe solo per lui. Ci siamo sentiti. Vuole sapere cosa mi ha detto? 'Zlatan, qui gli altri correrebbero per te. Tu stai davanti e buttala dentro' Lo ringrazio, ma credo sia difficile che possa accadere: se cambio idea, lo chiamo subito.

Anche perché, in A, anche oggi sarei in grado di realizzare una ventina di gol" Il giocatore ha categoricamente escluso il suo ritorno, e ritiro, al Malmo: "Ritirarmi? Vediamo. Dopo aver smesso ricoprirò un ruolo importante, voglio avere responsabilità e potere decisionale.

Potrei anche diventare un allenatore, ma lo stress è parecchio: in una sola stagione invecchi dieci anni. E poi, in caso di necessità, sarebbe vietato entrare in campo e fare la differenza... Ho ancora un paio di mesi per decidere, l'importante è stare bene"