L'ANARCHICO #20 - Analisi Vastese-Benevento

L'analisi del match dell'Aragona che lo scorso 13 agosto ha visto la Vastese affrontare il Benevento dove noi di calcioworld.it abbiamo presenziato

by   |  LETTURE 445
L'ANARCHICO #20 - Analisi Vastese-Benevento

L'estate si sa, è un periodo fatto di ferie e divertimento per molti giovani, tranne per coloro che sono coinvolti nell'ambito sportivo. Nel calcio per esempio partono tutte le preparazioni estive che porteranno poi all'inizio dei vari campionati nazionali, ed è questo uno dei casi.

Il 13 agosto scorso la Vastese Calcio, società abruzzese attualmente militante in Serie D e che in passato ha anche preso parte alla Serie C2 italiana (stagione 2008/2009 sotto il nome di Pro Vasto, prima del fallimento ufficializzato nel 2010) ha affrontato il Benevento in amichevole presso lo Stadio Aragona di Vasto.

Un amichevole letteralmente gloriosa per la città del belvedere che vede sedersi sulla propria panchina l'ex campione d'Italia e del Mondo con una carriera letteralmente invidiabile, ovvero Marco Amelia. D'altro canto i campani hanno Pippo Inzaghi al comando e il rapporto tra i due è talmente ottimale che ha di sicuro influito per far si che questa amichevole avvenisse.

Una partita intensa e mai priva di spettacolo. Il primo tempo è per gran parte gestito dal Benevento che, in particolare con Marco Sau si rende pericolosissimo in svariate occasioni e di fatti si porta facilmente sull'2-0 dopo pochi minuti di gioco.

La Vastese però non sembra demordere e trova i suoi spazi per tornare in gioco cercando di consolidare i propri meccanismi a centrocampo e di fatti il pareggio arriva tra la fine del primo tempo e l'iinizio del secondo e l'Aragona esplode nei suoi primi urli di gioia.

Parlando di seconda metà del match, i biancorossi sembrano un altra squadra in campo, il Benevento invece non riesce a seguire le tattiche del suo allenatore e, nonostante il rinnovato vantaggio (3-2 ndr), soffrono diverse occasioni da goal che poi la Vastese finalizza grazie ad Esposito (in questa occasione con il numero 18) facendo letteralmente scoppiare di gioia la curva d'Avalos.

La rete del pareggio arriva nei minuti finale e di fatti non vi è più tempo per reagire, termina così un incontro che vede Amelia soddisfatto dei suoi, come d'altronde anche il pubblico, e Inzaghi che avrà ancora molto da lavorare per poter avere tra le mani un Benevento da promozione in Serie A.

Noi di calcioworld.it abbiamo avuto l'occasione di presenziare a questa partita attraverso i nostri inviati Aldo Fiadone e Matteo Pagliarella e oltre ad una interessante interazione con la curva vastese che supporta costantemente la propria squadra come le migliori società sanno fare, abbiamo avuto occasione di incontrare Marco Amelia e salutarlo velocemente.

Evento interessante che ci ha lasciati tutti soddisfatti, in particolare per aver stretto la mano ad un campione del mondo.