Mourinho: "Non sono stato vittima di Pogba allo Utd, non allenerò il PSG"

"A Manchester i problemi ci sono ancora, il tempo è stato galantuomo"

by   |  LETTURE 260
Mourinho: "Non sono stato vittima di Pogba allo Utd, non allenerò il PSG"

Lunga intervista rilasciata da Josè Mourinho a l'Equipe. Il tecnico portoghese ha mandato stoccate, riflessioni e opinioni sia sul suo passato, sia sul futuro. Riguardo l'esperienza poco felice allo United: "Sullo United il tempo è stato galantuomo e ha dato le sue spiegazioni.

Non sono stato vittima di Pogba, i problemi ci sono ancora" Poi sulle indiscrezioni che lo danno vicino al Psg: "Impossibile, non si può allenare un club che ha già un allenatore. Posso parlare se in un club c'è una porta aperta.

Il PSG è un club di dimensione mondiale con dei giocatori di livello mondiale" Poi ha fatto un paragone tra i parigini e il Manchester United: "Non so se è un club più strutturato dei Red Devils, non conosco nel dettaglio.

Il Manchester United è un club con una storia incredibile. E con delle ambizioni che sono in sintonia con il suo glorioso passato, ma non con il suo potenziale di oggi. Nove o dieci mesi fa dissi che, dopo aver vinto 8 campionati, il secondo posto in Premier League con lo United è stata una delle imprese più importanti della mia carriera - ha aggiunto, lanciando una frecciatina ai media e ai critici -.

Oggi tutti hanno capito il perché. Sul Manchester United ho la sensazione che non serva parlare, il tempo ha dato le sue spiegazioni, non c’è bisogno che ne parli l'ex allenatore" Sul rapporto allenatore-giocatore si è espresso dicendo: "Oggi non puoi più comunicare come vent'anni fa all'interno di uno spogliatoio - ha spiegato -.

Oggi alla fine di una partita o di un allenamento, la prima cosa che fanno i ragazzi non è più fermarsi mezz'ora nello spogliatoio a parlare con i propri compagni. La famiglia, gli amici e l'entourage sono lì a portata di clic"