Lucas Moura fa la storia e porta il Tottenham in finale

L'esterno brasiliano, con la sua tripletta, ribalta completamente il risultato e porta gli Spurs in finale di Champions League.

by   |  LETTURE 183
Lucas Moura fa la storia e porta il Tottenham in finale

Il calcio non è una scienza esatta e rende il tutto più imprevedibile. Questa sera, il Tottenham l'ha dimostrato, un'altra volta, che bisogna crederci sempre, fino all'ultimo secondo. Il match va subito a favore per l'Ajax, che trova il gol del vantaggio al 5° minuti con il colpo di testa del capitano de Ligt, su corner di Schone.

Il Tottenham non ci sta e prova a spingere sull'acceleratore, non trovando però lo specchio della porta. Gli olandesi invece trovano anche il gol del raddoppio al 35° con il tiro a giro di Ziyech dove non può nulla Lloris.

In vantaggio di due reti dopo 45 minuti e con il complessivo a favore di tre reti a zero, per il Tottenham sembra finita... ma non è così! Pochettino toglie Wanyama, autore di una brutta partita, e butta nella partita Llorente, decisivo con le sue sponde e i suoi colpi di testa.

Nella ripresa l'Ajax sembra di aver staccato la spina e il Tottenham ne approfitta, trovando la rete del 2-1 con Lucas Che, in contropiede, strappa la palla a Dele Alli e supera di sinistro Onana. Pochi minuti più tardi gli Spurs trovano il gol del pareggio, ancora con Lucas: dopo il colpo a botta sicura di Llorente e la super parata di Onana, Moura recupera palla, e dopo un paio di dribbling, si sposta la palla sul sinistro e la piazza all'angolino basso, facendola passare tra le gambe di de Jong.

Più tardi si riaffaccia l'Ajax nella trequarti inglese e Ziyech prova a chiudere la gara con il suo sinistro chirurgico, ma trova invece il palo che gli nega il gol. Al 95° succede qualcosa di incredibile: lancio lungo per Llorente che, di sponda, la da a Dele Alli che, a sua volta, da la palla a Lucas che, per la terza volta di sinistro, la piazza alle spalle di Onana, facendo impazzire i propri tifosi e portando il Tottenham a Madrid, a giocarsi la finale di Champions League contro il Liverpool.

Applausi meritatissimi alla squadra di Pochettino che ha creduto fino all'ultimo istante di ribaltarla e di qualificarsi per la finale. Altri applausi invece per la squadra di ten Hag, vera sorpresa di questa Champions e che, fino all'ultimo istante, aveva in mano la qualificazione. È questo il calcio, regala tantissime emozioni, sia positive che negative.