L'ANARCHICO #11 - Pochettino Style

Un allenatore che ha sempre dimostrato la sua intelligenza e che ora si prende, giustamente, i riflettori gustandosi il suo Tottenham in semifinale di Champions League

by   |  LETTURE 293
L'ANARCHICO #11 - Pochettino Style

Se l'Ayax dei giovani esprime uno dei migliori giochi d'Europa permettendosi di spazzare via dalla UEFA Champions League due colossi come Real Madrid (campione in carica) e Juventus (una delle più quotate alla vittoria finale), non è da meno il Tottenham di Pochettino che, ancora una volta, dimostra quanto questa squadra sia adattabile contro qualunque avversario e pronta a vincere con quella fame che serve in queste competizioni.

Pochettino è un allenatore molto preparato e se prima lo ha dimostrato con la sua esperienza nel Southampton (portato dalla Championship all'Europa), ora sta rimarcando la cosa grazie a questa incredibile avventura londinese che ora lo vede anche tuffarsi dentro uno stadio tutto nuovo e di gran classe.

Bisogna considerare però anche un altro tema molto importante per quanto riguarda il concetto Champions... La fortuna, elemento fondamentale e indispensabile per quelle squadre che finora hanno portato la coppa a casa e se analizziamo dettagliatamente le statistiche del Tottenham Hotspur, loro non sono da meno.
Girone di ferro che li vede costretti a duellare con Barcellona, Inter e PSV.

Dopo un girone d'andata a singhiozzo, riescono a superarlo grazie al goal che ha permesso loro di sconfiggere i nerazzurri in quel di Londra. Pari punti con l'Inter, ma rete utile per qualificarsi al secondo posto del girone e quindi agli ottavi di finale.

Superano senza troppe difficoltà il Borussia e arrivano ai quarti dove prima vincono per 1-0 contro il City e poi perdono 4-3, ma è grazie a quella rete dell'andata che ipotecano la loro qualificazione alle semifinali.

Quel goal al girone, quel goal ai quarti, piccoli elementi che sono in realtà una grande fortuna tramutata in soldoni nelle casse del club e ora Pochettino dovrà preparare al meglio il prosismo match, uno scontro molto duro proprio contro gli olandesi capaci di buttar fuori chiunque, anche quel CR7 che tanto voleva vincere nel suo primo anno in Italia.

Che vinca il migliore, ma occhio, perché Pochettino è davvero uno dei migliori allenatori in circolazione!