Il profugo sgambettato finisce a fare l'allenatore in Spagna

Osama Abdul Mohsen lavorerà per la federazione spagnola.

by   |  LETTURE 1543
Il profugo sgambettato finisce a fare l'allenatore in Spagna

Forse il suo nome non dirà molto alla maggior parte dei lettori, ma Osama Abdul Mohsen è il profugo che circa una settimana fa divenne celebre per essere stato sgambettato insieme al figlio Zaid di 7 anni dalla teleoperatrice ungherese, Petra Laszlo, mentre tentava di attraversare il confine con la Serbia.

Osama e la sua famiglia sognavano di stabilirsi in Germania e invece grazie al calcio finiranno in Spagna. La sua storia di ex allenatore dell’Al-Fotuwa, squadra due volte campione nazionale nel 1990 e nel 1991, ha fatto rizzare le antenne a Miguel Angel Galan, presidente della scuola allenatori spagnola, che gli ha immediatamente proposto un lavoro.

Inoltre, Galan ha anche offerto a Mohsen e famiglia di poter vivere a Getafe dove il piccolo figlio di Osama potrà coronare il suo desiderio: tornare a giocare a calcio sognando, un giorno, di diventare un calciatore professionista.

Una bellissima storia a lieto fine nella speranza di ascoltarne o leggerne ancora molte altre.