Messi: "Non so se vado via o no dal Barça"



by   |  LETTURE 248

Messi: "Non so se vado via o no dal Barça"

Leo Messi è tornato a parlare del suo futuro: "Aspetterò fine stagione, ora è importante il bene della squadra, non servono altre distrazioni. So che ci sono molte persone al Barça che vorrebbero che rimanessi, altre che vorrebbero che me ne andassi.

E' così, ma farò ciò che è meglio per il club e per me, non ho dubbi, e quello che mi dicono il cuore e la testa. Un giorno mi piacerebbe giocare negli Stati Uniti. Al Real Madrid? Impossibile"

Le parole di Messi

"Non so se me ne vado o no, e se me ne andassi vorrei partire nel migliore dei modi, sempre ipoteticamente parlando, un giorno mi piacerebbe tornare, vorrei tornare in città, a lavorare per il club, a contribuire, gli direi che non è successo niente, che il Barcellona è molto più grande di qualsiasi giocatore, anche di me ovviamente, e si spera che il presidente che verrà farà le cose bene per vincere di nuovo titoli importanti.

È una piccolissima storia d'amore con il club e con la città. Finisca come finisca, non deve macchiare ciò che ho vissuto in tutta la mia carriera. Non è facile rimanere 16 anni come professionista e tutto è andato bene, ci sono stati momenti brutti, molto brutti, ma tutto è sempre stato superato.

Vedremo la fine" Un epilogo che tarda ad arrivare e che lascia milioni di tifosi (non solo del Barça) con il fiato sospeso" Beto Yaqué, agente di Lautaro Martinez, è tornato a parlare in un'intervista concessa al quotidiano argentino Olè.

"Lautaro ha altri tre anni di contratto. Chi vuole prenderlo deve accordarsi con l’Inter, ma lì è tranquillo, felice. Gioca e cresce" "L'interesse del Barcellona? No, sta bene dov’è.

Ovviamente sta crescendo e imparando. È un ragazzo con un potenziale enorme, senza limiti, che può diventare un giocatore d’élite. Oggi la verità è che la cosa più importante è che si è abituato al calcio europeo molto rapidamente.

È arrivato e ha iniziato a giocare quasi automaticamente. E quando entrava faceva gol. Così la gente ha potuto vedere le sue doti. Per quello che mette in campo ha fatto affezionare a lui la gente e questo è stato un bene perché ha cercato così di continuare a dimostrare quanto vale"

Arturo Vidal ha parlato a Sky Sport: "Questo all'Inter è un progetto nuovo. Con giocatori giovani che hanno fame di vincere qualcosa. È triste essere usciti dalla Champions ma abbiamo ancora due cose importanti e dobbiamo fare il massimo"

"Io non ho paura a pronunciare la parola scudetto. Ho vinto tante volte lo scudetto qua, in Germania o in Spagna. Mi sento che questo è il mio obiettivo. Dobbiamo lavorare tutti i giorni, pensare partita per partita e dopo vediamo se siamo all'altezza di pensare allo scudetto"

"Sono stato quattro anni alla Juventus, è stato bello. Per una settimana si è parlato di loro, adesso guardo al futuro e alla voglia di fare qualcosa di nuovo in Italia. Mai avuto contatti con la Juventus, con il mister Antonio Conte parlavamo non solo per venire qui all'Inter ma in generale, per stare assieme.

Ora ho avuto la possibilità e ho detto 'sì, voglio stare con te' e voglio fare il massimo per vincere ancora insieme" "A Milano di me ancora non si è visto niente. Ho fatto quello che chiede il mister per aiutare la squadra a maturare. Manca ancora il vero Vidal che in Italia conoscono", ha concluso Vidal, ex compagno di Messi.