Suarez: "Se il Barça vuole cedermi lo dica"



by   |  LETTURE 322

Suarez: "Se il Barça vuole cedermi lo dica"

Esplode anche il caso Luis Suarez, che in un'intervista a El Pais, ha lanciato un messaggio al Barcellona: "Se hanno intenzione di vendermi, me lo dicano. Si dice che il Presidente abbia fatto alcuni nomi di giocatori cedibili, ma a me non è stato detto niente.

Io vorrei rimanere, penso di poter dare ancora molto al club, ma se la società pensa che io sia sacrificabile, lo accetterò"

Le parole di Suarez

"Siamo stati tutti responsabili, è andato tutto storto.

Il Bayern era più in forma e si è adattato meglio al format particolare di questa competizione. Non sappiamo in una doppia gara, con una da giocare al Camp Nou, come sarebbe andata. In questo mondo manca coerenza, la pazienza e la memoria.

Quando il Real Madrid perse contro l'Ajax mi ricordo che volevano vendere Kroos e Modric, che oggi sono tornati fenomeni. È un peccato perché è sempre così, le persone hanno opinioni su tutto e possono giudicare molto facilmente: quello che è bianco oggi, domani è nero e viceversa.

Quando mancano le conoscenze o gli argomenti per spiegare le cose in profondità, di solito si prende una ragione facile e semplice, ma il calcio è più complesso" Ronald Koeman intanto è stato presentato al Camp Nou come nuovo allenatore del Barcellona.

"È un giorno per essere molto felici, orgogliosi. Il Barça è la mia casa, avrò l'opportunità di allenare una squadra come questa. È una sfida, non è facile, il Barça chiede sempre il massimo e così deve essere.

C'è qualità sufficiente per pretendere il massimo dei risultati e dei titoli. Ho già firmato, sono l'allenatore del Barça, lavoreremo per avere una squadra forte. Dobbiamo fare dei cambiamenti, l'immagine dell'altro giorno non è quella che vogliamo.

Dobbiamo lavorare sodo per riguadagnare prestigio. Il Barça è ancora il club più grande del mondo. Questo è un sogno che si avvera. Ora stiamo lavorando perché il Barça sia dove deve stare, c'è abbastanza qualità"

"Sono olandese, ci piace avere la palla trai piedi, dominare il pallone, provare a giocare bene e vincere la partita. Alleno da anni, ho imparato da molti allenatori, penso di essere in grado di allenare il Barça ai massimi livelli.

C'è sempre stato un ottimo rapporto tra il Barça e l'Olanda. Gli olandesi amano lavorare al Barça, il calcio è divertimento, è la prima cosa che dirò ai giocatori, senza divertirti non riesci a dare il massimo.

Bisogna divertirsi e lavorare" "Non so se devo convincere Messi. Lui è il migliore del mondo e il migliore al mondo lo vuoi nella tua squadra, non il contrario. Da parte mia, mi piacerebbe lavorare con Messi, ti vince le partite, sarei molto felice se volesse restare.

Ha un contratto, ma devo parlare con lui, certo. Parleremo con diversi giocatori, nel caso di Messi si spera che continui qui ancora per anni. Ha un contratto e lo voglio nella mia squadra" L"Un giocatore di 31-32 o 33 anni non è finito.

Dipende dalla fame e dalla voglia di dare tutto per il club. Ci sono ventenni senza fame o senza voglia di lavorare. Dobbiamo trovare la squadra migliore per vincere le partite. Voglio lavorare solo con persone che vogliono stare qui, se qui non sono felici che me lo dicano. Voglio persone che daranno tutto per il Barça", ha concluso Koeman, che non ha ancora parlato con Suarez.