Griezmann, che cosa fai?

L'attaccante francese vuole lasciare l'Atletico per il Barcellona, ma i senatori della squadra fanno muro, trovando il parere contrario del presidente Bartomeu.

by   |  LETTURE 804
Griezmann, che cosa fai?

Qualche settimana fa, in un video pubblicato sui propri canali social, "El Petit Diable" Antoine Griezmann salutava la tifoseria e in generale il mondo dell'Atletico Madrid, squadra in cui è diventato uno dei migliori attaccanti in circolazione.

Il suo addio coincideva con il tuttora possibile passaggio al Barcellona, affare ancora non concluso per colpa dei senatori presenti nello spogliatoio blaugrana. Secondo varie fonti spagnole, Messi&Co. avrebbero fatto muro per il suo imminente trasferimento in Catalogna, spingendo il presidente Bartomeu a pensare di riportare alla "casa base" Neymar, ceduto nel 2017.

Il n°1 si è espresso sul brasiliano: "Sappiamo che vuole lasciare il PSG, ma anche che il PSG non vuole che vada via. Quindi non c'è nessun caso Neymar. Neymar chiesto da Messi? Bisogna smetterla con questa leggenda secondo la quale Messi chieda i giocatori.

I giocatori non chiedono giocatori." Ha poi aggiunto: "Griezmann ci interessa, questo giovedì il nostro CEO Oscar Grau si è riunito con Gil Marin dell'Atletico Madrid per chiedergli se può andare avanti con l'acquisto."

Dopo questa frase, l'Atletico Madrid ha esposto un comunicato sul proprio sito, criticando il comportamento sia di Griezmann che del Barcellona: "Il 14 maggio, Antoine Griezmann ha informato Miguel Ángel Gil, Diego Pablo Simeone e Andrea Berta della sue decisione di lasciare il club alla fine della stagione.

Nei giorni successivi a quell'incontro, l'Atlético de Madrid ha appreso che il Fútbol Club Barcelona e il giocatore avevano raggiunto un accordo lo scorso marzo, in particolare nei giorni successivi al ritorno del nostro turno di Champions League contro Juventus, così come avevano negoziato i termini dell'accordo da metà febbraio.

In riferimento alla dichiarazione del presidente Bartomeu fatta oggi, vogliamo affermare che è vero che ieri c'è stato un incontro tra Miguel Ángel Gil e l'amministratore delegato del Football Club Barcelona, ​​Oscar Grau, su richiesta di Barcellona e che in quella riunione, il signor Grau ha espresso la sua intenzione, una volta che la clausola di rescissione del contratto di Antoine Griezmann è passata da 200 a 120 milioni di euro, di richiedere un rinvio del pagamento del suddetto importo della clausola attuale a partire dal 1 luglio.

Ovviamente la risposta dell'Atlético de Madrid è stata negativa, comprendendo che sia l'FC Barcelona che il giocatore non hanno rispettato l'Atlético de Madrid e tutti i suoi tifosi. Come risultato di tutto questo, oggi, l'Atletico Madrid ha chiesto al giocatore, sua sorella come agente del calciatore e del suo avvocato, che Antoine Griezmann, in conformità con gli obblighi contrattuali con il nostro club, compaia domenica prossima nelle strutture dell'ente al fine di iniziare la preseason con il resto dei suoi compagni di squadra.

Attraverso questo comunicato stampa, l'Atlético de Madrid vuole esprimere la sua più forte repulsione per il comportamento di entrambi, in particolare del Fútbol Club Barcelona, ​​per aver indotto il giocatore a rompere il suo rapporto contrattuale con l'Atlético de Madrid in un momento della stagione in cui il club stava ancora giocando non solo la sfida di Champions League contro la Juventus, ma il titolo in campionato contro il Fútbol Club Barcelona stesso, qualcosa che consideriamo violare i periodi di negoziazione protetti con i giocatori e altera le regole di base che regolano l'integrità di tutta la competizione sportiva, oltre ad essere un'enorme perdita per il nostro club e per i suoi milioni di fan."

Sarà un'estate bollente per Griezmann, il Barcellona e l'Atletico Madrid, che ha acquistato da poco il suo "sostituto" per 126 milioni di euro, cioè Joao Felix, che ha preso la n°7 che appartiene (o apparteneva?) al Petit Diable.