Pellegrini: "Voglio 10 scudetti con la Roma"



by   |  LETTURE 553

Pellegrini: "Voglio 10 scudetti con la Roma"

Lorenzo Pellegrini ha concesso un'intervista al Corriere della Sera.

Le parole di Pellegrini

"C’è una cosa che mi dà fastidio: sentir dire che uno scudetto a Roma ne vale dieci da un’altra parte.

Io non voglio vincere uno scudetto che ne vale dieci, io ne voglio vincere dieci. Poi so benissimo che farlo o non farlo dipende da tante situazioni, tanti dettagli. Questa è la mia mentalità. Vorrei vincere anche quando gioco con mia figlia"

"De Rossi non ha vinto? A parte che ha conquistato un Mondiale, che poco non mi sembra… Daniele non ha vinto, ma ha sempre giocato per vincere. Non conosco persone più competitive di lui. Non ha fatto una scelta di comodo, ci ha provato perché qui aveva il cuore.

Vincere a Roma, per un romano romanista, è un’emozione unica" "Tutti i calciatori leggono le pagelle dei giornali e guardano i commenti social. Io sono un rosicone, come si dice a Roma, ma sono anche un autocritico.

Non me la prendo fino a quando non mi toccano la famiglia. Ho sbagliato a rispondere in quel modo, però questo non lo sopporto e non faccio sconti. Possono pensare di conoscermi come calciatore, ma non come uomo. Per me la famiglia è tutto.

Sapere che mia moglie è parte attiva di tante iniziative benefiche della Roma mi rende orgoglioso" "Con Pallotta avevo un bel rapporto ma fa piacere vedere la proprietà presente" Terzi in classifica, a pari merito con la Juventus.

La Roma vince anche con il Torino, passa con i gol di Mkhitaryan, Veretout e Pellegrini e si porta a -4 dal primo posto. Questo è il pensiero di Fonseca dopo il settimo successo dei giallorossi in campionato. Le parole di Fonseca Cosa le è piaciuto di più, stasera? “Principalmente i 3 punti.

L’obiettivo era vincere e sapevamo che non sarebbe stata una partita facile. Abbiamo vinto e abbiamo vinto bene. Abbiamo gestito la gara. Abbiamo fatto 3 gol e abbiamo vinto”. Si aspettava che tornasse il miglior Pellegrini? “Sì, per me Pellegrini ha sempre fatto bene.

Oggi ha fatto un bel gol e credo che abbia fatto una bella partita, come nelle precedenti”. Il terzetto difensivo che ha proposto stasera è il migliore che ha a disposizione? E la fase finale della gara poteva essere gestista meglio? “Sì, sono d’accordo.

Non abbiamo gestito nel modo migliore la parte finale del match: potevamo fare meglio con la palla, avendo un giocatore in più. Loro hanno iniziato a pressare e noi non abbiamo gestito la partita con la palla, dando la possibilità al Torino di avvicinarsi alla nostra area.

Non mi è piaciuto questo e il fatto di avere preso gol in superiorità numerica. Per quanto riguarda i difensori, sono importanti i ritorni di Mancini e di Smalling. Dopo il primo tempo ho deciso di non rischiare Mancini, perché era stato ammonito.

Ma sono soddisfatto di entrambi”. È uno spreco far ruotare Pellegrini, Pedro e Mkhitaryan o si esaltano le doti geometriche di Villar? "Abbiamo la possibilità di schierare Pellegrini in due posizioni e Villar ha meritato anche oggi di giocare.

Ho deciso così perché con il Bologna avevamo fatto una bella partita, e Pellegrini ha giocato più avanti. Oggi ho deciso di non cambiare ma Pellegrini, per me, può fare bene le due posizioni. Poi, con il giallo di Villar, Pellegrini si è abbassato e in questa posizione ha anche fatto gol.

Secondo me, Lorenzo può giocare in diverse posizioni" Si sente al livello delle primissime della classifica? "Siamo soddisfatti di questa classifica, ma siamo molto lontani dalla fine del campionato. Adesso dobbiamo pensare alla prossima partita con l’Atalanta, che sarà difficile"

Quanto vi ha aiutato la vicinanza di Dan e Ryan Friedkin alla squadra? "Per la squadra è importantissimo sentire il loro sostegno. Per me, è molto positiva la loro presenza" Ci sono già delle ipotesi sul ritorno di Zaniolo? "No, dobbiamo aspettare il tempo giusto per far ritornare Zaniolo.

Sta recuperando bene, ma c’è una tempistica da rispettare", ha concluso Fonseca, allenatore di Pellegrini.