Fonseca: "Pellegrini, difficile comprendere"



by   |  LETTURE 240

Fonseca: "Pellegrini, difficile comprendere"

Paulo Fonseca ha parlato nella conferenza stampa tenuta ala vigilia di CSKA Sofia-Roma, ultima partita del Gruppo A di Europa League. Pellegrini sarà recuperato per Bologna? È normale per lei che da romano e romanista sia soggetto a così tante critiche? “Penso che Pellegrini potrà essere recuperato per Bologna.

Sulle critiche, la cosa più importante è quello che sappiamo sia io sia lui e cioè che ha giocato una bellissima partita contro il Sassuolo. Deve rimanere concentrato e lavorare come fa normalmente, tutto il resto non è importante.

Voglio dire di più: tutte le critiche sono consentite, ma è difficile capire quelle per un giocatore come lui, romanista, che ama il Club. Che dà tutto per la squadra, che è un esempio, che è uno dei capitani.

È difficile comprendere perché non ci sia la sensibilità di capire quanto lavori per la squadra e quanto ami la Roma”. Ritiene strano che la Roma non giochi mai di lunedì dopo le partite di Europa League? È il Club che non lo chiede o la lega che non lo concede? “Non voglio mai cercare scuse, ma credo che sia una questione di sensibilità.

È difficile capire perché non ci sia una protezione per i club che giocano in Europa League. È difficile capire perché con il Sassuolo abbiamo giocato alle 15:00 e non la sera. Così come è difficile capire perché di lunedì si sia giocata la partita della Fiorentina con il Genoa mentre quelle delle squadre che giocano di giovedì no.

Così come nel prossimo weekend: giocheremo domani, torneremo tardi dopo un viaggio e non giocheremo di lunedì. È una questione di sensibilità, con questa densità competitiva è difficile recuperare”.

Rispetto alla partita di andata, il CSKA si presenta con un nuovo allenatore: Bruno Akrapovic. Avete studiato la nuova impostazione? “Sì, abbiamo guardato le partite con il nuovo allenatore, c’è un sistema di gioco diverso, simile al nostro.

La squadra sta meglio, ha una nuova identità e difende meglio. L’allenatore sta facendo un buon lavoro, avrà bisogno di tempo ma si vede già la sua mano”, ha concluso Fonseca.