Fonseca: "Felice per Tiago Pinto alla Roma"



by   |  LETTURE 236

Fonseca: "Felice per Tiago Pinto alla Roma"

Il tecnico della Roma Paulo Fonseca, ha parlato in una intervista Youtube a Quarantena da Bola.

Le parole di Fonseca

"Non ho avuto ancora il privilegio di parlare con Tiago Pinto ma sono ovviamente contento. Ma ho soprattutto capito che è un grande professionista, in tanti me lo hanno confermato, tante persone che hanno lavorato con lui ne danno un giudizio positivo.

Sono felice che sarà alla Roma e penso che il presidente e i nuovi proprietari abbiano preso una decisione giusta nel momento in cui è stato scelto. È fondamentale che le persone che lavorano con noi siano preparate, così da poter discutere apertamente di quello che è di interesse comune.

Ho imparato tanto da altri allenatori, lavorando in contesti diversi, ma poi mi fido soprattutto delle mie idee. Sono sicuro che anche Tiago la pensa così" "Vogliamo il primo posto, ma il primo obiettivo è stato centrato"

Paulo Fonseca aveva commentato così la vittoria per 2-0 con il Cluj, che significa qualificazione aritmetica ai sedicesimi di finale di Uefa Europa League. "Noi vogliamo il primo posto e per riuscirci dobbiamo vincere ancora una partita.

Ma oggi, con tante difficoltà, i ragazzi hanno messo in mostra una grande personalità. C'è chi ha giocato fuori posizione ma si è sacrificato per la squadra. E io sono molto soddisfatto, perché abbiamo dimostrato grande carattere”.

"Mi sono piaciuti tutti i calciatori. Ho parlato con Spinazzola, con Calafiori, con Jordan (Veretout, ndr) dicendo loro che avevamo bisogno che giocassero in posizioni diverse, ma tutti hanno fatto una buona partita" "Devo dire che non ho pensato alla gara con il Napoli.

Inizio a pensarci ora: prima, avevamo davanti a noi una partita importante per chiudere il discorso qualificazione. Domenica sarà una gara molto difficile, contro una grandissima squadra" "Maradona? Mi dispiace molto, è stato un giorno triste per tutti noi. Io sono cresciuto vedendo giocare Maradona. È stato un grande idolo", aveva concluso Fonseca.