Fonseca: "Il Milan è in un gran momento"



by   |  LETTURE 252

Fonseca: "Il Milan è in un gran momento"

Il tecnico giallorosso Paulo Fonseca ha parlato alla vigilia della gara con il Milan, che chiuderà la quinta giornata di serie A.

Le parole di Fonseca

"Ibrahimovic e Dzeko sono due giocatori importantissimi per le rispettive squadre.

Non voglio fare paragoni. Non lavoro tutti i giorni con Ibrahimovic. Conosco bene Dzeko, posso parlare di lui e dire quanto è importante per la nostra squadra. Sono due giocatori che giocano nella medesima posizione, con caratteristiche simili.

Io penso a Edin, un grandissimo giocatore, sta bene, è motivato. Sarà importante”. "Il Milan è in un grande momento, sta facendo molto bene, così come il suo allenatore. Ma anche noi siamo in un buon momento, siamo motivati, la squadra è fiduciosa.

Sarà una gara interessante tatticamente, con due formazioni pronte a vincere. Vogliamo dimostrare di essere una grandissima squadra. Giocheremo per vincere”. "Io penso che si possa restare così fino alla fine, in questo modo, con responsabilità.

Credo che possiamo riuscirci. Poi, ovviamente, sono preoccupato per la situazione in generale. Noi tutti dobbiamo stare attenti, rispettare le norme, è un momento difficile per noi. Dobbiamo dimostrare responsabilità”.

“Ibrahimovic? Per avere questa condizione a 39 anni è perché sicuramente un grande professionista. Altrimenti, non ci arrivi a questa età, giocando a quel livello. Comunque, è una partita contro il Milan, non contro Ibrahimovic.

Non preparo il match pensando ad un solo giocatore, ma pensando alla qualità collettiva della squadra di Pioli”. "Facciamo sempre dopo ogni allenamento esercitazioni con quattro o cinque giocatori. Per me, al momento, Pellegrini è il migliore.

Ma abbiamo anche altri. Veretout, Cristante, Mkhitaryan. È vero che abbiamo difensori centrali più veloci di altri, ma dipende dalla partita e dalle caratteristiche dell’avversario o dei nostri calciatori.

Possiamo essere più alti o meno. La squadra è preparata per giocare con difesa a tre o quattro alta o anche più bassa”, ha concluso Fonseca, che potrà contare anche su Mancini, risultato negativo al secondo tampone.