Pioli: "Un successo che vale più di tre punti"



by   |  LETTURE 166

Pioli: "Un successo che vale più di tre punti"

Stefano Pioli ha commentato la vittoria del Milan in casa del Sassuolo. "Questa partita vale più di tre punti, pesava molto dal punto di vista mentale, volevamo vincere e siamo molto soddisfatti. Non eravamo contenti dei pareggi contro Parma e Genoa.

Un segnale scudetto? La società ci ha messo nelle condizioni migliori e sentiamo anche la vicinanza dei tifosi: se fossero allo stadio con noi voleremmo come mi ha detto Ibra qualche settimana fa"

Le parole di Pioli

"Volevamo approcciare subito bene la partita.

Siamo stati molto bravi a segnare in appena sei secondi. Diaz, Calhanoglu e Leao sono stati molto bravi: avevamo studiato quattro-cinque situazioni da calcio d'avvio" "Abbiamo le idee chiare, se ci saranno le occasioni giuste per migliorare l'organico le coglieremo altrimenti rimarremo con questo grande gruppo che è compatto e unito"

"Ora l'ultimo sforzo contro la Lazio dove ci mancherà anche Kessie, ma tutti i giocatori chiamati in causa hanno sempre risposto bene. Bisogna stringere i denti" "Theo Hernandez sta diventando un giocatore importante anche in difesa, sta migliorando molto.

È già al top, ma può diventare ancora più forte. I suoi strappi fanno la differenza in fase offensiva, sta diventando molto più disciplinato in fase difensiva. Deve essere molto contento di quello che sta facendo, ha i mezzi per essere un top e lo è già.

Abbiamo giocatori di livello assoluto che ptorebbero giocare in squadre top in Europa. Ancora una partita, poi potremo goderci un anno che dal punto di vista sportivo ci ha dato grandi soddisfazioni" Stefano Pioli aveva parlato dopo il pareggio di Genova.

"E' stata una gara complicata ma siamo riusciti a riprenderla - ha spiegato il tecnico - Anche oggi abbiamo subito due gol ma concesso poco. I gol che stiamo prendendo stanno diventando un po’ troppi. Abbiamo fatto un grandissimo lavoro senza infortunati, ora è il momento di stringere i denti.

Dobbiamo ottenere il massimo dalle prossime due per passare un Natale sereno" "Oggi non abbiamo marcato bene e coperto gli spazi sui due cross. È stata una partita su un campo difficile, la squadra voleva vincere fino alla fine ma purtroppo non ci siamo riusciti.

Diciamo che i nostri l’avevamo preparata con Ghiglione che doveva coprire quella fascia, sarebbe stato difficile anche per Theo. Loro hanno chiuso bene gli spazi, poi su due palle perse nostre abbiamo concesso due situazioni difficili.

Malgrado le assenze la squadra sta rispondendo bene e sta mettendo in campo le qualità giuste per uscire dal campo con risultati positivi”. “Io non credo che saranno le prossime 2 partite a definire le nostre prospettive.

Sappiamo che siamo fuori dalla Champions da parecchi anni, sarebbe un grande risultato riportare lì il club. Ora dobbiamo solo lavorare bene, le prossime due partite saranno difficili e importanti. Veniamo da un lungo periodo in cui abbiamo giocato tante partite, siamo solo all’inizio di una lunga salita e finché non siamo in cima la fatica non dobbiamo sentirla.

Comunque ho visto una squadra volenterosa”." "Rinnovo del contratto? Settimana scorsa era stata una battuta, sono contentissimo così. Sono contento di allenare questo gruppo e questo top club, poi strada facendo vedremo”, ha concluso Pioli.

"L'obiettivo dichiarato è migliorare il sesto posto dell'anno scorso ma è chiaro che a oggi non firmerei per il quinto posto. La squadra è ambiziosa, ha qualità e se la può giocare alla pari con tutte.

A livello di gioco, intensità e qualità siamo sempre stati all'altezza. Se firmerei per il seocndo posto? Io l'unica cosa che firmerei in questo momento è un rinnovo di contratto. Tutte le situazioni per migliorare l'organico le valuteremo insieme, ma non credo che a gennaio sarà facile migliorare la squadra", aveva dichiarato Pioli.