Pioli: "Milan e Roma si assomigliano"



by   |  LETTURE 221

Pioli: "Milan e Roma si assomigliano"

Dopo l’Europa League, di nuovo il campionato. Per il Milan il prossimo ostacolo si chiama Roma. Un avversario difficile, che però arriva in un momento molto positivo per i rossoneri, reduci in Serie A dal convincente successo nel Derby.

A San Siro servirà consolidare il primato in classifica per alimentare le convinzioni di un gruppo in costante crescita. Lo sa bene Mister Pioli il quale,a Milanello, alla vigilia, ha parlato in conferenza stampa.

Le parole di Pioli

“Credo che sarà una partita aperta con squadre che cercheranno di mettere in difficoltà gli avversari.

Affrontiamo un avversario forte che ha vinto cinque delle ultime sei trasferte e ne ha pareggiata una. Ci assomigliamo. Una squadra ambiziosa ma lo siamo anche noi. Dobbiamo prepararci a superare questo esame difficile. Sono 3 punti importanti, dobbiamo approcciare la gara bene, con determinazione, giocando una partita di alto livello”.

“Ogni partita è una prova del nove, dobbiamo interpretarla al massimo come sempre. Lo faremo domani e anche in futuro, noi dobbiamo pensare solo al nostro percorso perchè ogni singola gara deve essere quella più importante.

Ci sono tante cose in cui possiamo migliorare, capire meglio i momenti della partita come quando c’è bisogno di alzare ritmi o quando c’è bisogno di palleggiare. Questa è una crescita che arriverà con il tempo, ma deve essere continua e costante.

Ora ci aspettano tutti, le aspettative sono cresciute e per questo dobbiamo pretendere da noi molto di più”. “Ibra e Dzeko sono 2 registi offensivi, è chiaro che noi dobbiamo sfruttare le nostre qualità limitando i rifornimenti per Dzeko.

Rebic e Calahnoglu stanno entrambi meglio, sicuramente Rebic non ci sarà domani. Per Hakan abbiamo altri due allenamenti, ma sarà difficile. Donnarumma? E’ un ragazzo più grande rispetto alla sua età, la sua crescita è stata costante e continua.

Sta lavorando con applicazione e professionalità altissima. Non sono preoccupato sul futuro, fino a quando vedo sereni i miei giocatori. So che la società sta lavorando in una certa direzione”, ha concluso Pioli.