Kakà: "Il Milan vincerà il derby con l'Inter"



by   |  LETTURE 194

Kakà: "Il Milan vincerà il derby con l'Inter"

La Gazzetta dello Sport ha intervistato Kakà in vista del derby. "Il Milan ama giocare e divertirsi, l’Inter ha la faccia di Conte, che non molla mai. Vediamo i risultati. Come finisce? Vinciamo noi 2-1. Ma che fatica”.

Le parole di Kakà

"Mi piace il mix di senatori e ragazzi. Quando sono arrivato ero giovane e ho trovato una struttura precisa che mi ha aiutato. E’ importante continuare. Mi pare che il fondo Elliott abbia dettato una linea giusta, che l’a.d.

Gazidis sta mantenendo. Il lavoro di Maldini e prima anche di Boban è stato importante. Mi piace la linea verde del Milan, imparare dai più vecchi però è fondamentale. Senza quelli che ho incontrato a Milanello non sarei diventato quello che sono stato.

I giovani non bastano? Mi pare evidente. Pensiamo al modello Arsenal. Bello, ma negli ultimi anni non hanno vinto nulla. Bisogna essere un po’ più concreti. Per me così funziona di più: senatori e giovani con un futuro di qualità”.

“Ibrahimovic fa salire tutti di livello, è pazzesco per motivazioni oltre che per qualità. Aiuta tantissimo i più giovani, fa crescere il gruppo, insegna agli altri a mantenersi ad alti livelli e toglie pressione.

Il campionato sarà lungo e duro, scommetto che lui farà la differenza fino alla fine”. Brahim Diaz ha rilasciato un'intervista all'agenzia spagnola "Efe" "E' vero, avevo altre offerte, ma il Milan è un grande club ed è in striscia vincente fin dal termine della quarantena.

Quando è arrivata l'offerta non ci ho pensato due volte. I playoff di Europa League contro il Rio Ave? La partita più lunga della mia vita" "Theo Hernandez ha dichiarato che in caso di accesso ai gironi della Champions si tingerà i capelli di rossonero.

Penso che seguirò il suo esempio e poi ci faremo un selfie insieme. Zlatan Ibrahimovic è un grande uomo. Fin dal mio primo giorno al Milano ho ricevuto solo ottimi consigli da lui. Come giocatore non c'è nulla da aggiungere, quello che riesce ancora a fare in campo è sotto gli occhi di tutti", ha concluso lo spagnolo del Milan che fu di Kakà.