Brahim Diaz: "E' vero, avevo altre offerte"



by   |  LETTURE 201

Brahim Diaz: "E' vero, avevo altre offerte"

Brahim Diaz ha rilasciato un'intervista all'agenzia spagnola "Efe" "E' vero, avevo altre offerte, ma il Milan è un grande club ed è in striscia vincente fin dal termine della quarantena.

Quando è arrivata l'offerta non ci ho pensato due volte. I playoff di Europa League contro il Rio Ave? La partita più lunga della mia vita"

Le parole di Brahim Diaz

"Theo Hernandez ha dichiarato che in caso di accesso ai gironi della Champions si tingerà i capelli di rossonero.

Penso che seguirò il suo esempio e poi ci faremo un selfie insieme. Zlatan Ibrahimovic è un grande uomo. Fin dal mio primo giorno al Milano ho ricevuto solo ottimi consigli da lui. Come giocatore non c'è nulla da aggiungere, quello che riesce ancora a fare in campo è sotto gli occhi di tutti"

Theo Hernandez, intervistato dal Corriere della Sera, è pronto per il derby. “Ora siamo un altro Milan, possiamo farcela”. L’esterno francese è ottimista. “Rispetto a un anno fa ci sentiamo molto più forti, siamo più forti.

Tutto è cambiato. Siamo tranquilli, molto, anche se sappiamo bene che non è una partita qualunque. È il derby. Ma dobbiamo giocare come abbiamo fatto finora. Correndo, lottando. E facendo il massimo per vincerlo.

Il Milan ne ha persi quattro di fila? Sì ma stavolta possiamo vincere. Ora abbiamo una squadra molto buona, c’è un gruppo vero. E la tifoseria è con noi. C’è tutto”. “Sono qui da un anno, calcisticamente il più bello della mia vita.

Vivo un sogno. Dopo le difficoltà degli ultimi due anni non mi aspettavo una crescita così rapida, ma so che giocatore sono, so le mie qualità. Quando sono arrivato l’ho detto: voglio diventare il miglior difensore laterale.

Ce ne sono molti e forti in quel ruolo, ma dopo un anno così ho capito che posso riuscirci. Devo però continuare a lavorare. Lo devo a Maldini che mi ha voluto, ai miei compagni che mi aiutano e al mio allenatore che mi sta facendo crescere.

Da ragazzino ho fatto qualche stupidaggine, ma in realtà mi considero tranquillo e allegro. Maldini per me è stato fondamentale, quando mi ha chiamato non ho avuto dubbi. Il Milan è il Milan. E poi c’era lui, un campione assoluto. I suoi consigli sono preziosissimi”. Anche Brahim Diaz lo sa bene.