Brahim Diaz: "Il Milan ha un gran progetto"



by   |  LETTURE 285

Brahim Diaz: "Il Milan ha un gran progetto"

Brahim Diaz ha parlato del suo approdo al Milan nella prima intervista, rilasciata ad “AS”, dopo l’addio al Real Madrid. “In realtà avevo molte offerte ma il Milan è un club con una grande storia e un grande progetto.

Una squadra che sta vincendo sempre dopo il lockdown. L’affetto con cui mi hanno accolto e l’interesse nei miei confronti mi ha fatto scegliere questa grande società”.

Le parole di Brahim Diaz

“Mi sono trovato subito bene, mi hanno accolto meravigliosamente.

Sono molto contento, abbiamo una buona alchimia e spero che possiamo continuare così. Di solito si fa fatica ad adattarsi ma nel mio caso ci ho messo poco. Questo è un gruppo sano, ambizioso e con tanta qualità.

Abbiamo voglia di fare grandi cose. Ho giocato nella Liga e in Inghilterra e posso dire che il calcio italiano è un po’ più tattico e fisico. Una cosa che mi permetterà di crescere come giocatore. Ibrahimovic? Ho già visto la sua grandezza come giocatore e nello spogliatoio.

E’ una persona su cui sai di poter contare”. Prime parole da rossonero per Dalot, che è intervenuto ai microfoni di Milan Tv. Il neo acquisto rossonero ha parlato delle prime emozioni dopo la firma, arrivata domenica.

“Diventare un giocatore del Milan è sempre stato un sogno. Sin da giovani siamo cresciuti guardando le grandi vittorie del Milan e fare parte di questa squadra è un grande onore per me. Penso che il rapporto con la mia famiglia per me è tutto.

Senza di loro non sarei quello che sono ora. Poter aver questo aiuto per crescere e averli al mio fianco è un mio desiderio e proverò a tenerli vicino a me. E’ fantastico aver questo appoggio”. “Quando si guarda il Milan si pensa alla storia, ai trofei, alle partite e ai campionati vinti,.

Ed è davvero bello per me perchè ho sempre sognato di far parte di un club che lotta e prova a vincere tutto, ogni singola partita. E per me il Milan è una delle migliori squadre al mondo e per me è fantastico essere qui.

Penso che il calcio italiano sia molto caratteristico. E’ un calcio molto affascinante. Molti potrebbero pensare che conti solo la difesa ma in realtà ha un grande valore anche la tattica e questo per me è fantastico e mi piace vedere il calcio italiano.

Spero di poter imparare tanto e di divertirmi il più possibile” “Non ho giocato con lui allo United, sono arrivato un anno dopo ma ovviamente Zlatan è tra i migliori giocatori al mondo. Penso che la sua carriera parli da sé e che sia fantastici poter giocare in una squadra con lui perchè vuoi sempre giocare con i migliori giocatori del mondo e Zlatan è uno di questi.

Modelli? Ce ne sono diversi nel mio ruolo. Pensando ai terzini destri mi viene in mente Dani Alves e Philipp Lahm o molti ottimi terzini che hanno vestito la maglia dello United. Penso che il calcio abbia generato ottimi laterali destri negli anni e spero di poter esser un punto di riferimento negli anni.

Posso portare la mia energia, la mia fame, la voglia di vincere partite e trofei. Questo è quello che voglio fare e voglio aiutare la squadra a raggiungere grandi traguardi perchè alla fine è questo che rappresenta il Milan: vincere, lottare per i trofei e per ogni partita. Porterò energia, desiderio e ambizione alla squadra”, ha concluso Dalot, neo compagno di Brahim Diaz.