Giampaolo: "Non mi hanno dato tempo"



by   |  LETTURE 373

Giampaolo: "Non mi hanno dato tempo"

Il nuovo allenatore del Torino Marco Giampaolo ha parlato nel corso della conferenza stampa di presentazione. "E' una bella sfida, tra la pensione dorata al Milan e assumersi di nuovo delle responsabilità ho preferito la seconda scelta.

Ci sarà tempo per andare in pensione. E' stata troppo breve per poter fare una valutazione oggettiva, ho fatto appena 7 partite. Ho allenato all'inizio una squadra incompleta, che si è aggiustata nel tempo.

Lì probabilmente il tempo ha un significato diverso. Ho potuto apprezzare la grande organizzazione del club, la disponibilità delle risorse umane, le condizioni di lavoro e il centro sportivo di alto livello ma è chiaro che ci sia tanta delusione"

Le parole di Giampaolo

"Sarri? Non l'ho sentito. Di solito ci si ritrova durante l'estate in vacanza, è un rituale, ma quest'anno non c'è stato modo. Non l'ho disturbato, posso capire quanta delusione e amarezza possa nutrire.

Oggi abbiamo delle difficoltà, ne sono consapevole, mi devo buttare a capofitto sul lavoro e capire velocemente dove andare a svoltare. Mi aspetta un lavoro duro, ci sarà da sputare sangue" "Il tempo è il mio primo alleato come potrebbe essere il mio primo nemico.

Mi auguro di avere un orizzonte temporale tale da poter costruire. Il poco margine per lavorare? Non è una preoccupazione, prima di venire qui lo sapevo già. Sono consapevole che ci sarà bisogno di tempo.

Partiamo in seconda fila rispetto agli altri, chi è riuscito a dare continuità può continuare su quella falsariga, noi dobbiamo pensare ad altre cose" Stefano Pioli intanto ha concesso un'intervista a Skrill, Premium Sponsor del Milan: "Zlatan Ibrahimovic è un grande professionista.

Insegna ai giocatori più giovani, è un punto di riferimento per i suoi compagni di squadra ed è molto rispettoso dei ruoli. Il suo segreto è la sua voglia di vincere e di migliorare sempre"

"Il Milan non ha bisogno di molti nuovi acquisti, abbiamo bisogno di pochi rinforzi ma nelle posizioni giuste. Sono sicuro che il club saprà trovare le giuste soluzioni. Sono in contatto con l'Amministratore Delegato Ivan Gazidis, con Paolo Maldini e Frederic Massara.

Insieme faremo del nostro meglio per migliorare questa squadra" "Donnarumma ha un talento straordinario e ha indossato con grande personalità la fascia da capitano di Romagnoli. È uno dei portieri più forti al mondo e ha ancora ampi margini di miglioramento", ha concluso l'allenatore che ha preso il posto di Giampaolo.