Gazidis: "Faremo un mercato di successo"



by   |  LETTURE 465

Gazidis: "Faremo un mercato di successo"

L'amministratore delegato del Milan Ivan Gazidis ha parlato in una intervista rilasciata a Radio Rossonera: "Pioli ha capito la nostra visione di calcio e abbiamo potuto constatare che ha le capacità e la professionalità di portarla avanti.

Paolo Maldini ha un contratto con il Milan per altri due anni, sarei molto felice di poter continuare a lavorare con lui"

Le parole di Gazidis

"Tutti quanti stiamo lavorando in un’unica direzione: riportare il Milan ai livelli che gli competono, l’Europa non può fare a meno del Milan.

Il nostro obiettivo è di avere i nostri tifosi orgogliosi di un Milan vincente e che sappia divertire. Il nostro obiettivo è condurre un mercato di successo, anche perché possiamo contare su una proprietà solida che ci supporterà a fronte di investimenti intelligenti, in linea con quelli fatti la scorsa estate, per esempio.

Abbiamo bisogno del giusto mix di giovani di talento e di giocatori esperti. Empatia, coinvolgimento e fidelizzazione sono fondamentali per rendere ancora più stretto il rapporto con i nostri tifosi che fin quando sono potuti venire allo stadio non ci hanno mai fatto mancare il loro supporto, e che non mi stancherò di ringraziare per la loro passione e fedeltà"

Stefano Pioli è stato confermato sulla panchina del Milan fino al 2022: "Sono molto felice, lo sapevo da un paio di giorni e allenare un club così prestigioso anche nelle prossime stagioni è molto importante.

Questa squadra può crescere ancora molto. Il nostro futuro è adesso, possiamo fare ancora tanto in queste tre partite che mancano" "Sono sempre rimasto concentrato sul presente e il club è sempre stato corretto con me, perché mi hanno sempre detto che niente era deciso e che la scelta sarebbe stata fatta a campionato finito.

Io ho sempre pensato al campo, sapevo le qualità della squadra e se non fosse ripreso il campionato sarebbe stata una stagione di rimpianti perché anche prima avevamo fatto vedere qualcosa di buono. Da gennaio saremmo terzi in classifica"

"Zlatan è Zlatan, chiaramente non era contento dopo il Bologna e ho faticato a dirgli le mie motivazioni. Io devo pensare alla squadra e sapevo contro i rossoblù che dovevo pensare alle partite successive visto il risultato acquisito.

Sceglierò sempre pensando alla squadra e non al bene del singolo" "Ho sempre parlato anche con Gazidis, subito dopo le voci su Rangnick. Mi ha garantito sempre che nessuna scelta era stata fatta e sarebbe stato valutato il lavoro dell'allenatore e della squadra nel campionato.

Ovviamente ho più rapporti con Maldini e Massara perché sono spesso a Milanello, ma anche Gazidis ha sempre apprezzato il lavoro. Lunedì sera mi ha chiamato per dirmi che mi avrebbe confermato anche per le prossime stagioni"

Una scelta che ha sorpreso in molti: "Io ci speravo sinceramente perché sto molto bene al Milan. Il mio lavoro è solo all'inizio e le aspettative saranno sempre più alte. La voglia mia e della squadra sarà di dimostrare che quello che stiamo facendo è una base importante per le prossime stagioni. Abbiamo giovani forti che stanno crescendo molto"