Ibrahimovic: "Così è difficile che resti"



by   |  LETTURE 297

Ibrahimovic: "Così è difficile che resti"

Zlatan Ibrahimovic ha parlato con Sportweek del suo futuro: "Se le cose stanno così, difficile che rimanga"

Le parole di Ibrahimovic

"Ibra gioca per vincere qualcosa o sta a casa. Ibra non è un giocatore da Europa League e il Milan non è un club da Europa League.

Mi hanno detto che smettere in America era troppo facile. E allora sono tornato al Milan. Poi questo Covid ha fermato tutto, allora ho pensato: c'è qualcosa che non vuole che io smetta... Per fortuna abbiamo ricominciato.

Si è messo di mezzo anche il polpaccio, ma io due giorni dopo ho detto 'sono pronto, torno in squadra' Ibra è così. Ma loro mi hanno frenato" "Gazidis ho parlato per me e per la squadra, è stato un confronto necessario.

Non era cattiveria la mia. Ma bisogno di avere spiegazioni sul futuro, il mio e quello del Milan. Ho detto che il Milan non è il mio grande Milan, è vero. Ma dobbiamo fare tutto il meglio possibile anche in questa situazione.

Sino alla fine. Ibra c'è, ci pensa Ibra. Io devo esserci per forza o li perdi i tifosi. Rangnick? Non so chi sia" "Non so se c'è un altro club dopo il Milan, io non chiudo mai le porte. Ma vado solo in un posto dove comando, non in un posto in cui le parole non valgono niente.

Ho ancora troppa passione per quello che faccio" In una intervista rilasciata al Corriere della Sera, il presidente del Milan Paolo Scaroni intanto è tornato a parlare del nuovo San Siro. "Con i proventi da stadio ci si può comprare una squadra intera.

Credo siamo sulla strada giusta. Il Comune ci ha fatto una proposta che non ci piace molto perché ha ridotto le nostre richieste di costruzioni, ma che abbiamo accettato perché dovrebbe risolvere la parte politica della questione.

Oggi sono ragionevolmente ottimista, mi sembra che il Comune abbia sposato il progetto di avere uno stadio nuovo e anche l'opposizione lo veda con favore. Lo stadio sarà pronto per il 2024. Ci sarà una fase in cui il nuovo stadio sarà completato e San Siro sarà ancora in piedi: deciderà il sindaco dove svolgere la cerimonia (delle Olimpiadi Invernali, ndr), mi sembrerebbe strano non usare l'impianto nuovo.

Poi partirà la rifunzionalizzazione di San Siro, che ci costerà 74 milioni e consentirà di salvare parti del vecchio stadio in un parco dello sport" Ma Ibrahimovic allora di sicuro non ci sarà più.