Pioli: "Non penso al mio futuro"



by   |  LETTURE 221

Pioli: "Non penso al mio futuro"

Stefano Pioli si gode il 4-2 alla Juventus. "Giro i complimenti ai miei giocatori, anche nelle difficoltà hanno voglia di stare insieme e ci credono fino alla fine. Sono stati premiati da una grande vittoria. Il lavoro fatto tutti i giorni a Milanello, di portare avanti le nostre idee è importante.

La classifica non rispecchiava le nostre qualità, ma ci siamo compattati nelle difficoltà e ora la squadra sta bene, soprattutto mentalmente. Chi gioca è sempre pronto. Sono contento anche se c’è ancora tanto da fare, mancano 7 partite e ci giochiamo tutto"

Le parole di Pioli

"Non sto pensando a quello che succederà a fine stagione. Stiamo lavorando bene e siamo diventati squadra e la nostra testa è solo sul Napoli. Non mi interessa a quello che accadrà dopo il 3 agosto, sono concentrato sul mio lavoro al Milan e non sono preoccupato per il mio futuro.

Sono orgoglioso di quello che stiamo facendo e sarebbe giusto toglierci ancora qualche soddisfazione" "Il lavoro dello staff è stato molto importante, ma anche in questo devo fare i complimenti ai ragazzi che durante il lockdown hanno lavorato bene con quello che avevano.

Quello che abbiamo fatto sta venendo fuori, ma ora la squadra si conosce meglio e sta bene in campo. I miglioramenti si vedono, i complimenti fanno piacere ma dobbiamo essere bravi a mantenere questo livello perché è un campionato particolare e pieno di sfide difficili"

"Dispiace per i due gol presi perché potevamo fare molto meglio, poi però siamo stati bravi a sfruttare l'episodio del rigore. La mentalità di questo Milan al momento sta facendo la differenza e dobbiamo insistere.

Io voglio centrare l'obiettivo per il quale sono stato chiamato. Il resto non mi interessa. Io voglio allenare e mi piace trovare squadre in cui sto bene, come ora al Milan. Non posso perdere energie in cose che non dipendono solo da me"

Oltre a Pioli ha parlato Maurizio Sarri. "Abbiamo fatto 60' di livello mondiale. Eravamo in pieno controllo e poi è arrivato un blackout su cui non bisogna stare nemmeno tanto a pensare visto che tra tre giorni abbiamo un'altra partita"

E' successo anche ad altre squadre in questo periodo. Non è il caso di fare tanti processi, dobbiamo stare sereni e pensare alla prossima sfida"