Allegri: "Milan? Serve un progetto"



by   |  LETTURE 330

Allegri: "Milan? Serve un progetto"

Massimiliano Allegri è pronto a tornare in panchina. "Non mi interessa davvero dove. Sto cercando un club con cui condividere un progetto e che abbia l'ambizione di competere per vincere" "Mi sono goduto la famiglia e la mia città, Livorno, con gli amici di una vita.

Ho caricato le batterie. Real Madrid? Due anni fa ci fu un contatto ma non accadde nulla perché avevo un contratto con la Juve. Avevo un forte impegno morale nei confronti del club e della sua gente" "La Juventus è una squadra costruita per vincere e vincere ancora.

Solo per quello. Per questo penso che lo possa fare ancora per anni. Con Cristiano Ronaldo ha fatto un salto in avanti, lo vedo ancora molti anni a Torino. Il Milan ha bisogno di un progetto forte e continuo. Cambiare la squadra ogni stagione non ti permette di crescere"

Allegri, nella lunga intervista concessa a Marca, ha parlato anche di Inter. "La maglia del Barça pesa molto e ogni giocatore al mondo deve avere la forza e la personalità per indossarla. Lautaro ha tutte le qualità per avere successo.

Oggi sta andando molto bene all'Inter, ma vedremo se un giorno potrà dimostrarlo al Camp Nou" Di questo ha parlato anche Beppe Marotta, a margine della sconfitta col Bologna. "In questo momento dobbiamo convivere con la parte agonistica e quella di calciomercato.

comprendo queste domande ma non posso che rispondere dicendo che non c’è nessun contatto. Non abbiamo iniziato nessuna trattativa. Stiamo facendo delle valutazioni, ma quelle più importanti si faranno dopo le nove partite che mancano.

Lautaro? Al di là dei paletti vincolanti, la considerazione più esplicita è che l’Inter non vuole vendere i suoi campioni più interessanti. Se ci fosse la volonta di andare via faremmo valutazioni insieme, se non ha mai mostrato la volontà di andar via, credo che dall’alto della sua giovane età avrebbe la possibilità di migliorare le sue performance stando nell’Inter.

Essere un giocatore dell’Inter significa essere giocatore di una grande squadra e motivo di grande orgoglio”.