Bonaventura: "Per vedere il Milan in Europa serve un miracolo"

Intervista al ritrovato Jack Bonaventura

by   |  LETTURE 280
Bonaventura: "Per vedere il Milan in Europa serve un miracolo"

Appena tornato dall'infortunio Giacomo Bonaventura è andato subito a segno contro il Napoli. L'esterno del Milan ha recuperato dall'infortunio e non ha cambiato gli obiettivi: "Credo alla Nazionale!

Mancini mi ha sempre chiamato e se a giugno starò bene penso che mi chiamerà" Il suo recupero è fondamentale per Pioli e per il Milan: "Dobbiamo fare un miracolo per raggiungere gli obiettivi prefissati"

Il giocatore ha parlato di una possibile convocazione da parte di Roberto Mancini per i prossimi Europei: "Prima di farmi male giocavo nel Milan ed ero sempre tra i convocati. Devo lavorare bene sia per il club che per la Nazionale perché Mancini è un allenatore esperto, che ha vinto, e se sarò pronto fisicamente penso che potrebbe chiamarmi per l'Europeo"

Il Milan è in difficoltà e, realisticamente parlando, il giocatore non crede che i rossoneri possano arrivare in zona Europa quest'anno: "Pioli sta facendo un lavoro importante e anche se qualcosa si è già visto, dobbiamo fare meglio.

E' una stagione iniziata malissimo e dobbiamo fare un miracolo per raggiungere gli obiettivi prefissati" Problema del gol che ha colpito il Milan e soprattutto Piatek, fermo a un gol su azione in questa stagione (tre in totale, due su rigore): "Più stiamo nella metà campo offensiva, più gli mettiamo palloni buoni e più facilmente farà gol.

Lui dal canto suo deve lavorare con ancora più voglia e non pensare solo al gol che manca. Deve stare tranquillo. Partita dopo partita viviamo alla giornata, la classifica non è bella e il nostro primo obiettivo è migliorarla.

Poi possiamo metterci a fare i calcoli e ragionare su altro. Per qualificarci all'Europa servirà qualcosa di straordinario, ma ognuno deve pensare a dare il 100% di se stesso. Io cerco di fare del mio meglio"