Gazidis: "Milan subito competitivo, investiremo molto"

Parla l'amministratore delegato Gazidis sulle perdite in bilancio

by   |  LETTURE 322
Gazidis: "Milan subito competitivo, investiremo molto"

In casa Milan l’esercizio di bilancio è stato chiuso il 30 giugno 2019 ha fatto registrare un rosso consolidato da -146 milioni, a fronte di perdite da -155 milioni. L'ad Ivan Gazidis, intervenuto all'assemblea dei soci, ha provato a tranquillizzare l'ambiente: "Elliott vuole riportare il Milan al vertice del calcio italiano e mondiale e non metterci 15 anni.

L'impegno è incessante, avremo successo" "Io sono un privilegiato e farò di tutto per far tornare questo club sulla strada giusta. Lavoreremo la metà se lavoreremo insieme e se sapremo superare i momenti difficili.

Ripristineremo l'orgoglio del Milan - ha spiegato Gazidis ai piccoli azionisti - Vogliamo essere un club innovativo per far essere orgogliosi i nostri tifosi. Ci vorrà tempo, sarà difficile e noi dobbiamo cambiare atteggiamento.

Abbiamo una proprietà che vuole farlo perché le tempistiche non sono irraggiungibili. Per questo motivo sono entrato nel club perché questa è una sfida bella, unica, nel calcio mondiale. Ci credo e vedo come un'occasione incredibile nella mia vita.

Credo nella forza di questo club e nel suo significato. Il Milan moderno, costruito sotto Berlusconi e Galliani, mi ha trasmesso una grande eredità: 400 milioni di tifosi in tutto il mondo e sarà il nostro patrimonio per il futuro.

Il nome è rispettato in tutto il mondo e dopo 11 mesi per me posso dire che è stato un periodo di attività incredibile. Alcune cose sono visibili, non tutto è stato un successo ma sta andando avanti.

Il club adesso ha una forza finanziaria strutturale passata dal negativo di 36 milioni di euro a +18 milioni nel giugno 2019. Questo ci dà accesso a nuove linee di credito e di aumenti del capitale. Attraverso il periodo difficile siamo riusciti a investire 135 milioni per il calciomercato, tra i più alti d'Europa.

Abbiamo importato persone che amano il club per la supervisione calcistica e sappiamo che questo club non ha avuto successi e siamo impegnati per invertire la rotta. Abbiamo chiuso al quinto posto, il più alto degli ultimi sei anni, e vogliamo di più"