Donnarumma - PSG per ora resta un sogno

Il numero 1 rossonero pronto alla conferma in quel di Milano, il PSG resta un sogno

by   |  LETTURE 317
Donnarumma - PSG per ora resta un sogno

Gigio Donnarumma non ha bisogno di presentazioni: pur essendo un portiere classe 1999, nell'immaginario collettivo lo si giudica e valuta come un veterano con anni, se non lustri, di esperienza alle spalle. Un'involontaria distorsione nella percezione della realtà.

Perché Gigio Donnarumma ci ha già abituati a standard prestazionali di livello notevole, già in principio, portando a panchinare il portiere fino all'anno prima titolare nel Real Madrid, Diego Lopez.

Alle grandi prestazioni, ovviamente e fisiologicamente, sono seguiti e seguono periodici (ma diversi) errori, che forgeranno il 20enne portiere già titolare della Nazionale. PENSIERO STUPENDO - Lo sa bene il Paris Saint Germain, che vede nel portierone campano un investimento di certo guadagno sia in termini prestazionali (dal momento che vogliono sostituire Areola) che economico: un portiere a 20 anni, per quanto possa costare, sarà meno completo e maturo di quando ne avrà 27-28 e sarà considerato ancora giovane, per il ruolo che ricopre.

Pertanto la tentazione parigina di blindare almeno per il medio termine la porta del Parco dei Principi con Donnarumma è fondata e logica sia in un progetto di medio che di lungo termine. DI CERTO, NON ORA - Tentazione destinata a restare tale perché questo lo sa anche il Milan, che la voce delle plusvalenze quest'anno l'ha soddisfatta con la dolorosa cessione di Patrick Cutrone e che non ha intenzione di imbastire una trattativa di questa portata a 10 giorni dalla fine del mercato, dovendo andare anche a cercarne il sostituto e a questo punto del mercato, ormai, le opzioni sono risicate.

Il giocatore, inoltre, ad oggi non ha mai espresso il desiderio di cambiare maglia o città e questo è il segnale più importante di tutti. Fonte: milannews.it