Romagnoli e Piatek sul futuro e sulla Champions

Il capitano e il bomber del Milan hanno parlato ai microfoni di Sky del loro futuro. L'argomento Champions il tema più caldo.

by   |  LETTURE 340
Romagnoli e Piatek sul futuro e sulla Champions

Il Milan e il sogno Champions: si avvererà? Il discorso si chiuderà questo weekend, dove il Milan andrà a giocare a Ferrara contro la SPAL, l'Atalanta giocherà in casa contro il Sassuolo e l'Inter dovrà vedersela con l'Empoli in piena corsa salvezza.

Non basterà la vittoria dei rossoneri per qualificarsi ai gironi di Champions: infatti i diavoli dovranno sperare in un mezzo passo falso (o in un passo falso intero) di una delle due nerazzurre impegnate entrambe in casa.

Ai microfoni di Sky sono intervenuti il capitano Alessio Romagnoli e Krzysztof Piatek, che hanno parlato del rendimento del Milan e della possibilità di giocare la Champions nella prossima stagione. Il polacco ha parlato del suo ritorno al gol contro il Frosinone: "Non segnavo da diverse partite, ma ora mi sento più leggero e quindi va bene.

Sono contento che il mio gol sia servito a vincerema dopo la partita con il Frosinone credevamo davvero che la Juventus potesse battere l’Atalanta. Ora, in ogni caso, non ci resta che vincere contro la Spal." Poi, il discorso Champions, la sua prima stagione in Serie A e il suo futuro: "Per noi l’ultimo periodo non è stato ottimo, ma speriamo di poter giocare in Champions League.

Il mio rendimento? Non avrei immaginato di arrivare a segnare 30 gol in Italia. Il campionato polacco non è così competitivo, ma qui sono riuscito a segnare tanto e nella prossima stagione voglio fare anche meglio.

Se rimarrò al Milan anche senza Champions? Non ci penso, sono solo concentrato sulla prossima partita contro la Spal e sull’obiettivo. Io spero di giocare in Champions, sarebbe perfetto." Anche Romagnoli ha parlato di una delle competizioni più prestigiose al mondo: "Noi abbiamo fatto il massimo adesso serve solo vincere con la Spal e sperare che arrivino buone notizie dagli altri campi.

Non arrivare in Champions, comunque, non sarebbe un fallimento ma un grande dispiacere. Ora che siamo qui possiamo farcela." Il capitano ha poi parlato del mister Gattuso e anche del suo di futuro: "Ci ha dato tanto e ci ha fatto crescere.

È stato bravo. Io voglio restare qui a prescindere dalla Champions sono il capitano del Milan e sto bene a Milano"