Lesione del crociato per Caldara

Il difensore, che ha lasciato il ritiro del Milan in anticipo, ha riportato la lesione del crociato. Lungo stop.

by   |  LETTURE 358
Lesione del crociato per Caldara

Lo abbiamo riportato nella notizia precedente (https://www.calcioworld.it/news/news/Milan/17371/stagione-da-dimenticare-per-caldara/) che Mattia Caldara era uscito in anticipo dal ritiro del Milan, in stampelle, per un problema grave al ginocchio.

E quelle stampelle hanno fatto capire che la situazione era abbastanza grave. Il classe 94', infatti, è stato controllato da strutture esterne per avere degli accertamenti sulle condizioni dell'articolazione e, da quando riportano i primi risultati, si tratta di una lesione del crociato.

Davvero stagione complicatissima per l'ex Atalanta e Juventus che, da quando è arrivato a Milano, è sceso in campo solo 2 volte e, sempre da quando indossa la maglia rossonera, ha subito il suo terzo infortunio, il secondo grave.

Le uniche due partite che ha giocato Caldara sono state contro il Dudelange in Europa League, 90 minuti a Settembre, e contro la Lazio in Coppa Italia, nella semifinale di ritorno del torneo lo scorso 24 Aprile. Per quanto riguarda gli infortuni, il primo è stato a livello muscolare, che lo ha tenuto fuori all'incirca un mese, mentre il secondo è stato più grave, trattandosi di una lacerazione parziale del tendine d'achille, che lo ha tenuto fuori invece per ben 6 mesi.

Ed adesso, la lesione al crociato che, da quanto dicono i dottori, terrà Caldara out dai giochi per altri 6 mesi. Dunque stagione davvero da dimenticare per Caldara in rossonero. Probabilmente il Milan dovrà intervenire sul mercato per cercare un sostituto del n°33.