Milan ai cinesi, la trattativa è ancora aperta: 20 milioni per aggirare il veto del governo cinese


by   |  LETTURE 396
Milan ai cinesi, la trattativa è ancora aperta: 20 milioni per aggirare il veto del governo cinese

Dopo giorni di stallo e di attesa, ieri è stata una giornata con una novità importante per Fininvest e Sino-Europe Sports, che da diversi mesi sono in trattativa per la cessione del Milan ai cinesi: sul conto corrente della holding di Silvio Berlusconi, sono infatti arrivati nelle scorse ore i primi 20 milioni di euro della terza caparra da 100 milioni.

Questi soldi sono arrivati prima in quanto sono stati deliberati prima da una banca, mentre i restanti 80 sono attesi tra venerdì e lunedì. SLITTAMENTO CLOSING - Lo riferisce questa mattina Il Giornale, che spiega che a questo punto ci sarà un leggere slittamento anche della data del closing in quanto non ci sarebbero più i 15 giorni canonici per convocare l’assemblea dei soci: l’ipotesi più attendibile è quella di far slittare l’appuntamento a mercoledì 12 aprile, tre giorni prima del derby contro l’Inter.

L’arrivo di questi 20 milioni sembra aver schiarito un po’ la situazione intorno alla cessione del Milan a Yonghong Li, il quale sta cercando di aggirare il veto del governo cinese di esportare capitali all’estero per completare l’operazione.

TRATTATIVA ANCORA APERTA - La trattativa è dunque ancora aperta, anche perché, nel vertice di lunedì scorso ad Arcore, Silvio Berlusconi avrebbe dato mandato ai manager Fininvest di offrire a SES il tempo per completare la raccolta dei fondi.

Servirà quindi ancora un po’ di tempo per scoprire quale sarà il futuro del Milan, nella speranza che il prima possibile venga messa la parola fine a questa infinita vicenda.