Pirlo: "Servono più cattiveria e convinzione"



by   |  LETTURE 193

Pirlo: "Servono più cattiveria e convinzione"

Una gara combattuta, nella quale sono state decisive le prodezze dei portieri e che lascia un po' di amaro in bocca ai bianconeri per le tante occasioni non concretizzate. Questo il commento di mister Pirlo e Szczesny alla fine del match.

Le parole di Pirlo

"Abbiamo fatto un'ottima partita contro una squadra forte, con grande ritmo. Abbiamo però peccato di leggerezza in alcuni casi, perché avremmo dovuto portarla a casa con più cattiveria e convinzione.

Abbiamo creato tanto, ma non siamo riusciti a chiuderla e quando si lascia la gara in bilico può succedere di tutto, però siamo scesi in campo con il giusto atteggiamento: questa sera è stata un a partita importante sotto l'aspetto dell'intensità, l'Atalanta è difficile da affrontare e noi l'abbiamo fatto a viso aperto"

Ha parlato anche Szczesny: "Potevamo fare meglio: è difficile giocare bene contro l'Atalanta, sono sempre partite “sporche”, ma quando ti capitano sei sette palle gol , devi sfruttarle. Gollini è stato grande, ha fatto dei miracoli.

Le mie parate? forse sono state un po' più semplici. Stiamo pareggiando tanto e noi giochiamo sempre per vincere, ma quest'anno ci sono tante squadre che lotteranno per lo scudetto ed è normale che la classifica sia corta, si lotterà fino alla fine.

Stiamo pareggiando tanto e noi giochiamo sempre per vincere" Fabio Paratici a margine della sfida dell'Allianz Stadium tra Juve e Atalanta ha fatto il punto della situazione. "Sapevamo che affrontavamo una stagione in continuità, cambiando allenatore avremmo avuto bisogno di qualche partita in più che purtroppo non abbiamo potuto fare.

Abbiamo fatto rodaggio con le giornate di campionato”. "Dybala? Mi sembra che il presidente abbia esposto chiaramente quale sia la situazione attuale. Con Paulo c’è un grande rapporto, abbiamo investito su di lui cinque anni fa come il numero 10 della Juve.

È un ragazzo eccezionale, gli vogliamo bene. Supporta i nostri colori, gioca sempre anche se in condizioni non perfette. Non riusciva ad allenarsi con continuità quando ha avuto problemi intestinali, ma è sempre stato a disposizione.

Prossimamente incontreremo l’agente, cosa che era già in programma, ma per motivi di Covid non siamo riusciti a fare di persona. Essendo un momento molto delicato, vorremmo fare tutto di persona"