Pirlo: "Sarebbe servito altro atteggiamento"



by   |  LETTURE 216

Pirlo: "Sarebbe servito altro atteggiamento"

La Juve centra la qualificazione agli ottavi di Champions con due turni di anticipo, superando il Ferencváros in pieno recupero. Dopo la rete degli ungheresi firmata da Uzuni e il pareggio di Ronaldo, è Alvaro Morata a decidere il match in pieno recupero.

Queste le parole dello spagnolo al termine dell'incontro. "In Champions tutte le partite possono essere difficili e quella di oggi lo è stata, ma alla fine abbiamo vinto e questa è la cosa più importante.

Siamo contenti e ora torniamo a concentrarci sul campionato. Cos'è cambiato per me? Ora sono un giocatore più completo, cerco di partecipare di più al gioco e in questo periodo sto segnando spesso. Oggi ho colpito un palo, ma poi sono stato fortunato nell'occasione del gol"

Le parole di Pirlo

"Volevamo entrare con un altro atteggiamento, perché siamo stati un po' superficiali e dopo abbiamo dovuto rincorrere. La prima pressione non era veemente come avremmo voluto, ma l'importante era non sbilanciarsi e subire le ripartenze, ne abbiamo concessa qualcuna nel primo tempo, poi nella ripresa siamo migliorati.

Il ritmo però non era alto e non facevamo girare velocemente il pallone. Arthur? Oggi ha cercato di portare troppo palla, mentre avremmo dovuto aprire di più il gioco, ma sta crescendo, anche a livello fisico.

Anche Dybala è in crescita, viene da un periodo di inattività ed è normale che abbia bisogno di tempo per trovare la forma migliore. De Ligt? È stato un ritorno importante, ci consente di essere più aggressivi e può dare molto in fase di impostazione.

È un capitano già a vent'anni" Andrea Pirlo ha parlato alla vigilia della sfida di Champions con il Ferencvaros: "Dobbiamo chiudere la qualificazione domani anche per dare un po’ di respiro a qualche giocatore per le rotazioni in futuro.

Concentrati per non mandare a monte quanto fatto fino ad ora" "Dobbiamo dare continuità a prestazioni e risultati, mi darebbe molto fastidio se non ci fosse la stessa intensità. Serve a noi come squadra ma anche per dare continuità al percorso di crescita.

Senza la stessa intensità non saremmo la Juventus. Non è scattata una scintilla, i giocatori si conoscono meglio. Serviva del tempo, giornata dopo giornata cerchiamo di migliorarci" "Dietro sono rimasti in quattro e giocheranno loro con Danilo centrale e Alex Sandro terzino.

Vedremo il resto, Kulusevski ha giocato tante partite mentre Chiesa non penso sia ancora pronto per il primo minuto" "Dubala sta ritrovando la giusta condizione. Ci vuole tempo. Sta meglio, è pronto. Si è allenato con continuità durante la sosta a parte i primi giorni sotto antibiotici.

Si è mosso meglio, ha ritrovato forza nelle gambe e vedremo se schierarlo dall'inizio" "Ferencvaros? Sono una buona squadra, all'andata ci hanno messo in difficoltà e vengono da un buon periodo.

Dovremo fare attenzione e cercare di portare a casa i tre punti per indirizzare la qualificazione. Non dobbiamo guardare al risultato dell’andata, perché sono due partite diverse. Dobbiamo imporre la nostra forza e avere la massima determinazione e concentrazione per non mandare a monte quanto fatto fino ad ora"

"Tridente pesante? Ci stiamo pensando dall'inizio però non li abbiamo mai avuti più di tanto tutti a disposizione per vari infortuni. Ora diamo un'ossatura alla squadra e poi vediamo se cambiare qualcosa.

Con Ronaldo mi comporto come con gli altri, io sono fatto così. Tratto lui che un campione come tratto Frabotta e Portanova che sono due ragazzi. Questo è stato da sempre il mio modo di fare. Bernardeschi ha fatto una grande partita sia col Cagliari che in Nazionale.

Adesso sta bene mentalmente che era la cosa più importante ed è possibile che domani abbia un'altra occasione da titolare", ha concluso Pirlo.