Leonardo: "Normale CR7 associato al Psg"



by   |  LETTURE 200

Leonardo: "Normale CR7 associato al Psg"

Leonardo spaventa la Juventus. "È normale che Cristiano Ronaldo sia associato al Psg. Facciamo parte di quella cerchia ristretta di club che potrebbero permetterselo. Anche se la situazione è complicata per tutti, il mercato è una questione di opportunità, al di là della programmazione.

A volte succedono cose straordinarie. Ma non è stato così durante l'ultimo mercato"

Le parole di Leonardo

"Mbappé, Neymar e Icardi? Da tempo abbiamo avviato un dialogo, ma adesso le cose cominciano a essere più chiare e le discussioni si faranno più intense.

È nostro obiettivo costruire il futuro con loro, anche perché penso che il Psg, contrariamente ad altri a fine ciclo o in crisi, fa parte invece di quei club destinati a imporsi nei prossimi cinque anni. Icardi? Quando lo abbiamo preso erano tutti d'accordo.

L'opzione era da 70 milioni e l'abbiamo abbassata. Ora è infortunato e in cattiva forma ma forse fra 5 anni parleremo di un giocatore importante per il PSG, così come già lo è stato l'anno scorso.

Kean? Sono molto contento, il suo impatto è stato molto positivo, ma non abbiamo un'opzione d’acquisto" “Tuchel? Abbiamo avuto delle divergenze anche mediatiche, ma ne abbiamo parlato anche in interno.

Sono cose che succedono e mi sorprenderei del contrario. Non abbiamo mai pensato di cambiare allenatore, non ho mai chiamato nessuno, il resto sono chiacchiere. La panchina del Psg è ambita, ma è normale che lo sia.

Thiago Motta? È normale che ambisca al Psg, ci ha giocato, ha cominciato ad allenare le nostre giovanili. Ma per ora non c'è nulla in ballo. Siamo ancora in volo, è presto per fare i bilanci, siamo concentrati sugli impegni in calendario”.

Alvaro Morata, dal ritiro della Spagna, ha parlato a "El Partidazo" su Cope e Radio Marca. "Era tanto tempo che non giocavo più di sei partite con più di 70 minuti in campo. Sicuramente sono maturato tardi, ma ho imparato da ogni tappa.

Una finale di Champions Juventus-Atletico? Lo spero, anche se sarebbe meglio contro un’altra squadra perché contro l'Atletico è sempre difficile segnare. Cristiano Ronaldo? Ho sempre avuto un buon rapporto con lui”.

"L’obiettivo di qualunque giocatore è tornare in Nazionale. Un calciatore lavora per cose come questa e soffre quando vede le partite in televisione. Una delle poche cose che mi mancano è vincere con la Spagna.

È stato duro non esserci, soprattutto nell’anno dell’Europeo”, ha concluso Morata, partner d'attacco di CR7, sogno di Leonardo.