Dybala: "La struttura offensiva cambierà"



by   |  LETTURE 290

Dybala: "La struttura offensiva cambierà"

Una gara attenta, giocata con autorevolezza e impreziosita da combinazioni rapide ed efficaci. Andrea Pirlo e i suoi ragazzi non possono che essere soddisfatti al termine della gara contro la Dinamo. Queste le dichiarazioni raccolte allo stadio Olimpico di Kiev nel post partita.

Le parole di Pirlo

"Era importante fare una partita solida. L'impostazione è avere più giocatori in avanti: Chiesa ha compiti offensivi e può giocare sui due lati, Kulusevski e Ramsey possono accentrarsi e con la rotazione a destra di Cuadrado, gli esterni alti possono attaccare la profondità.

Non dimentichiamo che abbiamo Ronaldo fuori e Dybala non in condizione, quindi la struttura offensiva potrà cambiare. Paulo ha bisogno di giocare, non è ancora al 100%, ma pian piano lo rivedremo al top Chiellini? Ha avuto un risentimento al flessore e verrà valutato"

"Abbiamo cercato di mettere Chiellini al centro della difesa per essere più fluidi nell’uscita di palla, ha avuto un problema al flessore che si portava dietro tra un po’ di tempo. Nelle mie idee di calcio ci devono essere due esterni che attaccano la profondità, non scordiamoci che abbiamo Ronaldo fuori e Dybala non al top della forma e magari cambieremo assetto in futuro"

"E' un giocatore adatto per quello che abbiamo in mente: ricopre un ruolo da quarto centrocampista, vogliamo che sia offensivo il più possibile. Dybala? Ha bisogno di giocare, anche stasera è entrato, ma non è ancora al 100%.

Ha bisogno di mettere minuti, pian piano lo rivedremo al top della condizione", ha concluso Andrea Pirlo, all'esordio in Champions League. Oltre a Pirlo, ha parlato anche Morata, match winner con una doppietta in terra ucraina.

"Giocare in Champions con questa maglia è una grande emozione. Vogliamo arrivare fino alla fine e lottiamo per quello. Era importante vincere contro una squadra che può dare problemi, perché rapida e molto giovane.

Oggi abbiamo fatto girare velocemente la palla e gestito bene il pressing, dobbiamo continuare così. Chiesa e Kulusevski? sono ottimi ragazzi, giocatori molto forti e hanno un futuro pazzesco davanti"