Nedved: "Col Barcellona grande sfida"



by   |  LETTURE 266

Nedved: "Col Barcellona grande sfida"

Pavel Nedved ha parlato dopo il sorteggio di Champions League. "Quella con il Barcellona sarà una grande sfida e sarà affascinante perché mette di fronte quelli che secondo me ancora oggi sono i due migliori giocatori del mondo, Ronaldo e Messi.

Inoltre si affronteranno anche Pjanic e Arthur e questa sarà un'altra sfida nella sfida"

Le parole di Nedved

"La Dinamo Kiev è una squadra molto solida, con un allenatore esperto come Lucescu che ha fatto fatto la storia allo Shakhtar e se dovremo andare in Ucraina in inverno sarà una difficoltà in più.

Gli ungheresi sono un'incognita, non sono i soliti avversari di Champions, ma conoscendo il calcio ungherese, avranno senz'altro molto talento e dovremo stare attenti, in tutte le gare: è sempre la Champions e ogni squadra può metterti in difficoltà", ha aggiunto Nedved.

Leo Messi ha parlato per la prima volta dopo la famosa intervista concessa a Goal.com. Le parole di Messi "Dopo tanti dissapori voglio mettere un punto finale: dobbiamo unirci tutti in nome del barcelonismo e pensare che il meglio deve ancora venire.

Mi assumo la responsabilità degli errori commessi, ma tutto quello che ho fatto è stato in nome di un Barcellona più forte. Adesso andiamo avanti con passione e voglia di far bene, uniti e remando tutti nella stessa direzione.

E a tutti i tifosi ribadisco una cosa: se ho fatto o detto qualcosa che vi ha offeso sappiate che tutto quello che ho fatto è stato pensando sempre al meglio per il club" Leo Messi ha salutato Luis Suarez con un post su Instagram in cui ha attaccato ancora il "suo" Barcellona.

"Mi stavo già abituando all’idea che te ne fossi andato ma oggi quando sono entrato nello spogliatoio, me ne sono reso conto per davvero. Quanto sarà difficile non continuare a condividere la giornata con te, sia in campo che fuori.

Ci mancheranno tantissimo. Sono stati tanti anni, tanti compagni, pranzi, cene… Tante cose che non si dimenticheranno mai, ogni giorno insieme. Sarà strano vederti con un’altra maglia e molto di più affrontarti.

Meritavi di essere salutato per quello che sei: uno dei giocatori più importanti nella storia del club, che ha realizzato cose importanti sia nel gruppo che individualmente. E non essere mandato via come hanno fatto loro.

Ma la verità è che a questo punto non mi sorprende nulla. Ti auguro tutto il meglio per questa nuova sfida. Ti voglio tanto bene, vi voglio tanto bene. A presto amico" Dopo la pubblicazione delle ultime intercettazioni sul caso Suarez, l'avvocato Maria Turco, la legale della Juventus, ha parlato in una nota.

"Nelle mie funzioni di legale ho messo in contatto Luis Suarez con l'Università per stranieri di Perugia. Le mie parole, captate con intercettazioni telefoniche, sono riportate fuori contesto e in maniera incompleta.

Ho infatti espresso chiaramente la richiesta che la procedura avvenisse 'in presenza' e senza alcun tipo di trattamento di riguardo rispetto a qualsiasi altro candidato" "Il riferimento ad altri calciatori è quindi da interpretare come un bagaglio di conoscenza procedurale da utilizzare per casi futuri, solamente laddove ce ne fosse la necessità.

Nessun accordo dunque. Nessuna trattativa. Semplicemente una presa d'atto. Quest'attività di contatto è riscontrata dalle mail intercorse tra l'entourage del calciatore e l'ente universitario, nelle quali, per pura cortesia, la sottoscritta è in cc (copia conoscenza), ma non destinataria.

In altre comunicazioni, dello stesso tenore, ho interloquito con il Servizio Relazioni Internazionali Erasmus e Mobilità della stessa Università per avere e trasmettere le indicazioni burocratiche circa l'erogazione del corso on line e l'eventuale successiva iscrizione all'esame in oggetto.

Come noto alle cronache il calciatore non è stato tesserato in Italia. La società che, in quella fase, si era interessata a lui, aveva poi esplicitamente cambiato obiettivi di mercato. Rimango a disposizione delle Autorità competenti, laddove lo ritenessero, per fare ulteriore chiarezza sul mio operato professionale", ha concluso l'avvocato della Juventus di Nedved.