Pirlo nuovo allenatore della Juventus



by   |  LETTURE 272

Pirlo nuovo allenatore della Juventus

All'indomani dell'eliminazione dalla Champions League, rivoluzione della Juventus, che ha cacciato Maurizio Sarri e affidato la squadra ad Andrea Pirlo.

Pirlo, il comunicato della Juventus

"Sarà Andrea Pirlo il nuovo allenatore della Juventus.

41 anni, nato a Flero in provincia di Brescia, Andrea Pirlo ha una carriera leggendaria da calciatore che lo ha portato a vincere tutto, dalla Champions League al Campionato del Mondo nel 2006. Nei suoi quattro anni alla guida del centrocampo della Juventus, Pirlo ha vinto altrettanti scudetti, una Coppa Italia e due Supercoppe.

Oggi inizia un nuovo capitolo della sua carriera nel mondo del calcio. Come si era detto circa una settimana fa: da Maestro a Mister. Da oggi per il popolo juventino sarà IL Mister, poiché la società ha deciso di affidargli la guida tecnica della Prima Squadra, dopo averlo già selezionato per la Juventus Under23.

La scelta odierna si basa sulla convinzione che Pirlo abbia le carte in regola per guidare, fin dal suo esordio sulla panchina, una rosa esperta e di talento per inseguire nuovi successi. Andrea Pirlo ha firmato oggi un contratto biennale fino al 30 giugno 2022"

Andrea Agnelli aveva fatto il bilancio stagionale della Juve. "Uscire in questo modo ci deve lasciare tutti quanti delusi, quindi ci prenderemo qualche giorno. Faremo delle valutazioni per capire come affrontare la prossima stagione con un rinnovato entusiasmo.

Riguarda anche l'allenatore? Certo, assolutamente, io faccio un discorso di società" Il bilancio in Champions League è deludente, per noi, per i giocatori, per i tifosi. Perché se prima avevamo un sogno oggi abbiamo un obiettivo, Il bilancio è agrodolce.

E' stata una stagione difficilissima, abbiamo ottenuto grande risultato con nono scudetto consecutivo.. Sarri è arrivato dalle categorie più basse fino alla vetta d'Italia. La pagina scritta da Maurizio Sarri è stata storica in Italia"

"Cristiano Ronaldo è un pilastro della Juventus Mi risulta che il racconto del giornalista in questione sia frutto di una intervista di qualche mese fa. E pubblicato contestualmente con la partita dei francesi.

Dobbiamo ripartire con rinnovato entusiasmo, senza, però, dare per scontato che si vinca in Italia. Il bilancio si fa con allenatore, staff, non ci si può focalizzare solo sull'obiettivo mancato. Una stagione è fatta di più obiettivi, per questo dico agrodolce.

Faremo valutazioni su come ritrovare entusiasmo per la prossima stagione con voglia di vincere in tutti i camp" "Le riflessioni coinvolgono anche l'area tecnica? Ho un gruppo dirigente forte e affiatato, me lo tengo stretto.

Qualche giorno fa ho fatto i complimenti a Nedved, Paratici e Cherubini per come hanno saputo gestire un anno come questo. Ribadisco i complimenti e la stima che ho per questo gruppo dirigente che assieme continuano a perseguire obiettivi che in questo momento devono essere perseguiti dalla Juventus", aveva concluso Agnelli, prima di ufficializzare Pirlo.