Sarri: "Fatta? No, mancano 4 punti"



by   |  LETTURE 273

Sarri: "Fatta? No, mancano 4 punti"

Maurizio Sarri non festeggia ancora: "Lo scudetto lo vinci quando è aritmetico, quindi ora ci mancano ancora quattro punti e speriamo di farli il prima possibile"

Le parole di Sarri

"I record di Cristiano? E' un fenomeno, un fuoriclasse in tutto, a livello fisico, tecnico e mentale: sa recuperare energie come nessun altro.

Se si mette in testa di ottenere qualcosa ce la fa, per cui se si mette in testa di battere il record di Higuain può farlo. Vorrei farlo riposare ma lui ora è in forma. Inoltre Dybala e Higuain hanno avuto dei problemi.

Oggi Paulo stava meglio ma volevamo fargli fare solo uno spezzone. La Champions? Sarà molto strana, perché arriveranno squadre con diversi ritmo nelle gambe. Una situazione molto eterogenea. Noi dobbiamo recuperare il risultato e ci dobbiamo focalizzare sull’ottavo di finale.

Prima però il campionato" Maurizio Sarri alla vigilia aveva caricato così la squdra. "La Lazio ha disputato una grandissima stagione, una stagione da grande squadra. È una partita difficile, contro una squadra forte, contro cui abbiamo sempre fatto fatica e che anche se sta affrontando un momento negativo può trovare la grande prestazione nella partita singola"

"In questo momento non abbiamo problemi a fare gol, ne abbiamo fatti 20-21 gol in 6-7 partite, ma sicuramente dobbiamo essere più solidi. Dobbiamo capire se la verità è negli 0 gol subiti in 5 partite o nei 9 in 3 partite.

Serve continuità, è importante il lavoro che tutti fanno per la squadra. Abbiamo trovato tre squadre in grande condizione nelle ultime gare (Milan, Atalanta e Sassuolo, ndr) e tutti stanno avendo difficoltà a tenere in mano le partite per 90 minuti in questo momento.

Stiamo assistendo a partite strane perché siamo in una situazione anomala" "Bentancur De Ligt e Bonucci hanno fatto lavoro differenziato, ora li rimettiamo in gruppo e valutiamo le loro condizioni. Chiellini è un po' più indietro.

Domani vediamo chi è in grado di giocare, comunque siamo pronti con soluzioni alternative" "Abbiamo tante soluzioni davanti, ma più che chi gioca conta soprattutto come giochiamo, per non lasciare la linea difensiva mai troppo scoperta.

Al posto di Bernardeschi possiamo giocare sia con Cuadrado, sia con Douglas Costa. Vedremo quale soluzione scegliere" "Le critiche fanno parte della normalità di questo mestiere. Avete mai chiesto a un pilota di Formula 1 se ha paura della velocità? Ci sono dei rischi che sono connessi al mestiere.

La vivo con serenità sapendo che il mio mestiere è questo. Va tutto bene se vinci, va tutto male se perdi. Io ho un contratto e per quanto mi riguarda lo voglio onorare a tutti i costi. Il mio futuro è domani.

In questo momento la testa deve essere sulle prossime partite. Poi tanto nel calcio tutto il resto sono conseguenze, ma noi nella testa dobbiamo avere solo la Lazio", aveva concluso Sarri.