Capello: "La Juve è stata fortunata"



by   |  LETTURE 277

Capello: "La Juve è stata fortunata"

Fabio Capello a Radio Anch'io lo sport ha parlato della Juventus. "E' stata fortunata fino ad ora perchè le inseguitrici per lo scudetto sono andate piano, tranne l'Atalanta, ed il gioco della Juve è stato discreto.

Ha giocato al risparmio"

Le parole di Capello

"In Champions sarà avvantaggiata per il fatto che il Lione non gioca il campionato, ma deve stare attenta perché parte da uno svantaggio di 1-0. Dopo lo stop il calcio in Serie A è ripartito lentamente, ora mi sembra che sia aumentato il ritmo e il campionato è diventato allenante"

Maurizio Sarri intanto si tiene stretto il 2-2 strappato allo Stadium contro l'Atalanta: "Abbiamo affrontato una delle squadre più in forma d'Europa, organizzatissima e super aggressiva. È stata una partita difficilissima.

Nel primo tempo erano evidentemente più carichi e freschi di noi. Nel secondo ci siamo meritati il pareggio. Quanto pesa questo punto in ottica scudetto? Pesa un punto, non posso permettermi di stare troppo tranquillo"

"Noi abbiamo fatto l'errore di volere sempre la palla addosso, che con loro è un rischio enorme e infatti il primo gol l'abbiamo preso così, su una palla persa. Per Dybala in particolare era una sfida difficile, perché contro una squadra come l'Atalanta che ti viene addosso subito uno come lui, che cerca sempre di girarsi e andare via, fa più fatica.

Infatti poi abbiamo provato con Higuain, che riesce a muovere la palla di prima. La scelta di Pjanic out? Non stava benissimo, non potevo rischiarlo perché con questo ritmo di partite non ce lo possiamo permettere"

"Nel secondo tempo abbiamo messo più energia e aggredito più alto. Nel primo eravamo troppo passivi, invece nel secondo siamo riusciti a recuperare più volte la palla nella loro metà campo e questo ci ha permesso di cambiare la partita.

Cosa c'è stato di diverso rispetto al crollo di San Siro? Contro il Milan c'è stato uno svenimento, non un crollo fisico. È stato un crollo solo mentale. Oggi penso che fisicamente eravamo meno brillanti, però a livello di tenuta mentale siamo andati molto meglio", ha concluso Sarri, allenatore della Juventus, ruolo che fu anche di Fabio Capello.