"Buffon potrebbe allenare la Juventus"



by   |  LETTURE 308

"Buffon potrebbe allenare la Juventus"

Silvano Martina, ex calciatore e procuratore di Gigi Buffon, ha rilasciato alcune dichiarazioni su Radio Kiss Kiss Napoli. "Buffon deve fare l'allenatore secondo me. Capisce di calcio e ha un'esperienza tale da poter gestire qualunque spogliatoio.

Tecnico della Juventus? Per me lo potrebbe fare. La differenza tra lui e gli altri portieri è che lui semplifica tutto, è un dono di natura che ha"

Le parole dell'agente di Buffon

"Meret e Perin sono due portieri importanti.

Una volta parlai con Gigi di Meret e lui mi disse che potrebbe diventare uno dei migliori portieri in Italia. Non dobbiamo dimenticarci di Gigio Donnarumma. È un campione fisicamente, è immenso. Il tempo dirà tutto.

Donnarumma e Meret saranno i portieri del futuro della Nazionale italiana. Penso che siano i due ragazzi più promettenti del calcio italiano al momento. Perin invece è una sicurezza. La scuola portieri italiana è sempre una delle migliori del mondo.

Io ho visto Meret con la primavera dell'Udinese tempo fa e mi impressionò il suo modo di stare in porta" Maurizio Sarri intanto non fa drammi dopo la sconfitta col Milan. "Abbiamo fatto 60' di livello mondiale.

Eravamo in pieno controllo e poi è arrivato un blackout su cui non bisogna stare nemmeno tanto a pensare visto che tra tre giorni abbiamo un'altra partita" E' successo anche ad altre squadre in questo periodo.

Non è il caso di fare tanti processi, dobbiamo stare sereni e pensare alla prossima sfida" "E' un periodo difficile per tutti. Dobbiamo uscire da questa gara prendendo il meglio e dimenticando il blackout.

Questo è un momento in cui stiamo facendo bene e abbiamo fatto bene anche stasera. Questi blackout possono arrivare. E' un momento difficile fisicamente e mentalmente per tutte le squadre. Ora dobbiamo pensare alla prossima partita.

La squadra deve convincersi che ha nelle corde un ottimo calcio e deve ripartire da quello" "Non penso che la sconfitta della Lazio abbia influito sul risultato. Altrimenti l'impatto sul match sarebbe stato diverso.

Non credo che ci sia stato un rilassamento sul 2-0. Il blackout è arrivato dopo il rigore. In difesa abbiamo sofferto solo nel momento del blackout. Fino al rigore non abbiamo concesso palle gol. Quando succedono cose del genere, si possono cambiare anche tutti i giocatori, ma non se ne viene a capo.

Le assenze non sono la motivazione del crollo della squadra. La prestazione di Higuain? Il Pipita ha fatto quello che poteva fisicamente, poi piano piano è scomparso dalla partita come era fisiologico. Rabiot? Si sta integrando nel calcio italiano.

All'inizio ha fatto fatica e un paio di infortuni l'hanno rallentato, ma ora sta venendo fuori bene", ha concluso l'uomo che è seduto sulla panchina che un giorno potrebbe essere di Buffon.