Tacchinari: "Ronaldo non è contento"



by   |  LETTURE 208

Tacchinari: "Ronaldo non è contento"

Alessio Tacchinardi ai microfoni ti TMW ha fatto il punto sulla Juventus.

Le parole di Tacchinardi

“Non credo che sia Sarri inadatto alla Juventus. Penso solo che questo gioco di Sarri non sia adatto alla Juventus. Mi ricordo il suo Empoli, oltre al Napoli: veloce, aggressivo, dinamico, che trova la via del gol… Oggi per la Juventus la porta avversaria sembra lontanissima e il Sarri che conosciamo tutti non è certo questo.

Cristiano Ronaldo? Premetto con non lo conosco, ma si vede che non è contento. C’è qualcosa che non va. Ma dire che il problema della Juventus di Sarri è CR7 sarebbe una bestemmia. La Juventus dovrebbe essere 10 giocatori più la ciliegina Cristiano”.

Maurizio Sarri intanto non nasconde la delusione per la sconfitta in Coppa Italia. "Siamo tutti molto arrabbiati e delusi, ai ragazzi non ho detto nulla perché penso che ora sia meglio il silenzio. Ci è mancata brillantezza, soprattutto a livello individuale, per rendere pericolosa la nostra mole di gioco ma in questo momento non potevamo fare di più"

"Abbiamo cercato di pressare meno alti, la partita è stata fatta con ottimi livelli di applicazione ma la condizione non è quella ottimale - le parole alla Rai -. Non manca cattiveria, se no non saremmo riusciti a giocare così per novanta minuti.

Penso che sia caratteristico di questo periodo la mancanza di brillantezza. A livello di determinazione noi c'eravamo, anche a livello di concentrazione. Questi giocatori sono abituati a risolvere da soli le situazioni e, in questo periodo di scarsa brillantezza, non ci riescono.

In Inghilterra ho lasciato la coppa all'ultimo rigore, non è bello e mi dispiace perdere una finale ai rigori: mi dispiace per la società e per i ragazzi. Spero di trasformare il rabbia e fame questa delusione.

La Juve produce gioco, non mi è sembrata sgonfia" assicura l'allenatore. Chiosa su Ronaldo: "L'ho visto come gli altri, gli manca corsa e un pizzico di brillantezza in più per incidere ma lo ritengo abbastanza normale in questo periodo" Una parziale conferma alle parole di Tacchinardi.