Kulusevski, è giallo. "Mica si capisce..."



by   |  LETTURE 300

Kulusevski, è giallo. "Mica si capisce..."

C'è un giallo legato al futuro di Kulusevski. Il giocatore è in prestito dalla Juve fino al 30 giugno e, al momento, non è ancora chiaro se potrà restare al Parma fino alla fine di questa anomala stagione.

Ne ha parlato il ds del club ducale Daniele Faggiano a Radio Marte. "Mica si capisce... Con la scusa che c’è tempo, ora il tempo sta passando. Non so se dipende dalla FIGC, dalla FIFA o da chi, ma guardando in casa mia un po' di preoccupazione c’è, sarebbe stato meglio prendere una decisione univoca"

Faggiano su Kulusevksi

"Voi chiedete notizie a noi, noi siamo più confusi di voi. Bisogna risolverla nel migliore dei modi. Tutti abbiamo prestiti e cose del genere. Noi ne abbiamopochi e lui è nei pochi. Però è uno che conta tanto.

Lozano? Certo che è un nome interessante, è un giocatore importante ma dobbiamo vedere un po’ come saremo messi dopo il Covid-19 con gli ingaggi e tutto. Se non ci sono determinate entrate anche noi avremmo le osse abbastanza rotte"

Kulusevski, ufficializzato a gennaio dalla Juventus, ha intanto parlato alla Gazzetta dello Sport del suo ultimo anno. “In estate, quando il Ds Faggiano e mister D’Aversa mi hanno offerto quest’opportunità, hanno dimostrato grande fiducia e questa per me è stata una stagione straordinaria.

Perciò ci tengo a chiuderla in bellezza.Voglio fare la mia parte per questo finale. Non penso ai miei gol, l’importante è vincerle tutte. E voglio sfruttare ogni giorno per imparare”. “Mi attrae l’idea di misurarmi con i migliori.

A maggior ragione vado lì per imparare. Non vedo l’ora di duettare con Dybala e il suo sinistro magico: in ogni caso ora so giocare in più ruoli e conto di ritagliarmi uno spazio anche a Torino. Juve-Parma? Che emozione quel giorno allo Stadium, un’atmosfera unica!

E Ronaldo mi ha detto: ‘Benvenuto Dejan, come stai?’ Lui e Bruno Alves sono due mostri di longevità, due highlander. Un sogno imitarli. Anche Buffon e Chiellini sono stati carini con me. Una gioia immensa per un ragazzo che li aveva visti solo in tv”, ha concluso Kulusevski.