Verso Juventus-Atletico Madrid

I bianconeri vogliono il primo posto mentre i Colchoneros non sono ancora aritmeticamente qualificati.

by   |  LETTURE 158
Verso Juventus-Atletico Madrid

Questa sera all'Allianz Stadium andrà in scena Juventus-Atletico Madrid, che rievoca alla mente dei tifosi juventini bei ricordi (3-0 della Juve,o meglio dire di CR7, sull'Atleti e qualificazione ai quarti di finale).

In questa partita la squadra di Maurizio Sarri si gioca la chance di qualificarsi come prime del girone, evitando cosi squadre impegnative come PSG, Bayern Monaco, Manchester City, Liverpool e Barcellona, squadre che probabilmente passeranno come prime dei rispettivi gironi, salvo imprevisti ovviamente.

Al momento, se i bianconeri dovessero qualificarsi come primi, potrebbero incontrare alcune big importanti, come Real Madrid, Tottenham, lo stesso Liverpool (se il Napoli dovesse passare primo), Dortmund e una tra Ajax, Chelsea e Valencia, che al momento nel girone H sono tutte e tre a quota 7 punti.

Come scenderà in campo la Juventus? Oltre il lungodegente Chiellini, sarà assente anche Douglas Costa, problema al polpaccio per lui, e Alex Sandro. Recupera invece Rabiot ma partirà dalla panchina. Solito 4-3-1-2, con Szczesny tra i pali, Cuadrado e Danilo sulle fasce mentre la coppia centrale sarà composta da de Ligt e Bonucci.

Se il giovane difensore olandese non dovesse farcela, pronto Demiral più di Rugani. A centrocampo ritorna Matuidi dal primo minuto, insieme a Khedira e Pjanic. Ramsey sarà il trequartista mentre Ronaldo sarà affiancato da Higuain.

Riposa Dybala. Simeone invece non avrà a disposizione Savic e Gimenez, coppia centrale difensiva titolare, entrambi out per infortunio. Mario Hermoso e Felipe sarà la nuova coppia centrale titolare. Sulle fasce l'inglese Trippier e il brasiliano Lodi.

A centrocampo, sempre sulle fasce, ci saranno Koke e Saul mentre al centro Thomas ed Herrera, che all'andata ha segnato il gol del definitivo 2-2. In attacco dubbio Correa/Vitolo: lo spagnolo è in vantaggio per prendere il posto al fianco di Morata. In porta, Oblak.