Sarri: "Lokomotiv dura da affrontare in trasferta"

Parla il tecnico bianconero prima del match di Champions

by   |  LETTURE 183
Sarri: "Lokomotiv dura da affrontare in trasferta"

Non vuole cali di tensione Maurizio Sarri. La sua Juventus subisce troppo e spesso avverte dei cali di tensione durante la partita molto intensi, spesso sono quei momenti che creano difficoltà alla squadra bianconera, costretta poi a rimediare.

A Mosca sono arrivati tutti tranne Matthijs de Ligt, rimasto a Torino per una distorsione alla caviglia rimediata nel derby. “Non era in condizioni di giocare - spiega l’allenatore bianconero -, ha bisogno di qualche giorno, non sembra niente di particolarmente grave ma stamattina non riusciva a calciare.

Chi lo sostituirà? Deciderò domani mattina tra Rugani e Demiral”. “Dybala e Higuain conoscevano la situazione dall’inizio, tutti e due hanno scelto di restare e nel momento in cui lo hanno fatto sapevano che non sarebbero stati sempre titolari.

Poi se riuscirò a farli giocare insieme sarò il più contento di tutti”. A Torino il tecnico ha ritrovato un nuovo Pipita: “Prima era più egoista, ora è a completa disposizione della squadra.

Non aveva la stessa partecipazione difensiva e la stessa predisposizione all’assist. In questo momento è un giocatore leggermente meno pericoloso in area ma molto più utile. È cambiato anche nell’atteggiamento.

Ha sofferto lo strappo con la Juve, lo ha vissuto come una sconfitta personale e tornando qui ha ritrovato motivazioni che l’anno scorso non aveva”.