Ramsey: "Sarò pronto, porto gol e assist"

Poco fa la presentazione del centrocampista gallese arrivato a parametro zero

by   |  LETTURE 367
Ramsey: "Sarò pronto, porto gol e assist"

Aaron Ramsey è forse uno dei colpi di genio della dirigenza bianconera che è riuscita, ancora una volta, ad aggiudicarsi un top player a parametro zero. Il centrocampista gallese arrivato a parametro zero dall'Arsenal è stato ufficializzato già in inverno, prima dell'infortunio che gli ha fatto perdere il finale della scorsa stagione ai Gunners, tra cui la finale di Europa League.

Dopo i primi giorni di lavoro ecco anche le sue prime parole in conferenza. Riguardo la sua condizione fisica: "Ho subito un infortunio, ma sto facendo progressi. Sto lavorando duramente per riprendermi al massimo nel più breve tempo possibile.

Non ho ancora fatto un allenamento completo, ma non sono lontano. Continuo a lavorare per essere in gruppo il prima possibile" La decisione di lasciare l'Arsenal e giocare in Italia: "Quando ho saputo che la Juve era interessata a me ho pensato subito che era uno dei club più importanti al mondo e ho pensato sarebbe stato bello giocare a livelli così alti.

Poi è anche una sfida per me, una nuova esperienza, nuovi stili di vita, sono preparato a questa idea pur sapendo che può essere difficile. Sono pronto e non vedo l'ora di poter abbracciare questa sfida"

Perchè la scelta del numero 8: "Ora sono contento di essere qui. Ci sono state squadre interessate a me, ma ora non vedo l'ora di cominciare questa sfida. Il numero 8? Quando ho saputo che era disponibile l'ho voluto.

So che Marchisio è stato un giocatore fantastico, gli ho parlato un paio di volte e se riuscirò a fare come lui, non potrò che esserne orgoglioso. Conosco le responsabilità, ma sono pronto"

Sul gioco in campo espresso dagli allenatori: "Ovvio, io voglio giocare il migliore calcio possibile. Però non è l'unico modo di vincere una partita, ci sono tanti altri modi e quello che conta alla fine è vincere.

Se poi si vince giocando bene meglio, è una bella sensazione. Io so che questo allenatore, come abbiamo visto l'anno scorso in Inghilterra, ama il bel calcio e sono certo che tutti i giocatori sotto la sua guida cercheranno di raggiungere questo obiettivo"