La situazione de Ligt si complica

L'Ajax avrebbe rifiutato la prima offerta bianconera, considerata troppo bassa rispetto alla richiesta della società olandese. C'è però fiducia.

by   |  LETTURE 942
La situazione de Ligt si complica

Dopo aver piazzato tre colpi importanti come Rabiot, Ramsey e Buffon (tutte e tre a parametro zero tra l'altro, ndr), la Juventus sta lavorando duramente per portare il giovane talentuoso difensore centrale de Ligt alla corte di Maurizio Sarri.

Dopo aver trovato l'accordo con il difensore e con il suo agente, Mino Raiola, già da qualche tempo, nelle ultime ore la società bianconera ha riscontrato alcuni problemi con la società proprietaria del cartellino del 19enne olandese, cioè l'Ajax.

La Juventus avrebbe infatti offerto 55 milioni di euro più 10 di bonus, quindi 65 milioni di euro complessivi, offerta che va ben al di sotto della richiesta dell'Ajax, cioè 75 milioni di euro cash immediati più 5/10 milioni di bonus.

Le due società per il momento stanno ancora trattando, visto che de Ligt ha accettato l'offerta dei bianconeri, convinto anche del progetto tecnico. Bisogna però fare attenzione a Barcellona e PSG, che non hanno mollato del tutto la pista che porta al capitano dell'Ajax.

Infatti, secondo alcune fonti spagnole, il Barcellona sarebbe tornata a trattare con il procuratore Raiola, anche se il rapporto tra la dirigenza blaugrana e il super agente è molto complicata. Per quanto il PSG, difficilmente de Ligt andrà a giocare a Parigi, visto che la società francese avrebbe rifiutato di inserire due clausole nel contratto del difensore: la prima riguardava la clausola rescissoria da 150 milioni di euro; la seconda invece riguadava la possibilità di lasciare i parigini dopo un solo anno qualora non gli fosse piaciuto il livello della Ligue 1.

La Juventus per il momento resta in netto in vantaggio sulle altre concorrenti, anche se rimangono vigili in attesa di un "passo falso" da parte della società di Andrea Agnelli.