Allegri e la Juventus si separano

Il tecnico livornese può lasciare i bianconeri già da questa estate. Tanti nomi ma escluso quello di Conte.

by   |  LETTURE 597
Allegri e la Juventus si separano

Clamorosa indiscrezione che arriva da Torino, sponda bianconera: la Juventus e Allegri stanno valutando concretamente di separarsi a partire da quest'estate. Dopo un ciclo vincente durato cinque anni e che ha fruttato alla bacheca dei trofei juventina 5 Scudetti, 4 coppe Italia e 2 Supercoppe Italiane, il rapporto tra la società bianconera e il tecnico livornese è giunto forse al suo termine.

Se dovesse arrivare l'ufficialità di questo addio, per Allegri ci sono varie strade: dal possibile anno sabbatico all'allenare una big straniera. Le più accreditate al momento sono:

  • PSG, che al momento sta vivendo una piccola crisi interna ma che può offrire al tecnico un contributo cospicuo e dei colpi sul mercato importanti;
  • Barcellona, che dopo la brutta sconfitta ed eliminazione contro il Liverpool, sta riguardando la posizione di Valverde e sta cercando sostituti all'altezza della piazza;
  • Bayern Monaco, in piena cambio generazionale e che vuole tornare assolutamente tra le prime 4 in Europa.

Occhio anche all'Atletico Madrid e Arsenal, soprattutto con i Gunners che se non dovessero arrivare in finale di Europa League o arrivare e perderla, potrebbero esonerare Emery, vista anche la mancata qualificazione in Champions League.

Chi, invece, potrebbe sostituire l'allenatore pentacampione? Al momento si sono fatti i nomi di Conte, poi smentito e sempre più vicino alla panchina dell'Inter, Guardiola, legato però da un contratto da 20 milioni con il City e amato tantissimo da società e tifosi, e Pochettino, fresco finalista della Champions League.

Gli altri nomi, meno creditati, sono Mourinho, che la tifoseria bianconera non ama, Gasperini, che sta facendo un ottimo lavoro all'Atalanta, e Klopp, dove il futuro del tedesco dipenderà dal finale di campionato (City in vantaggio di un punto sul Liverpool ad una giornata dalla fine) e dall'esito della finale si Champions League, la seconda finale consecutiva conquistata con i Reds. Che inizi il Valzer degli allenatori.