Cairo: "Giampaolo, mai pensato all'esonero"



by   |  LETTURE 202

Cairo: "Giampaolo, mai pensato all'esonero"

Urbano Cairo ha parlato a Radiorai durante il programma "La politica nel pallone"

Le parole di Cairo

"Il derby è stato perso a causa di due gol fotocopia che non si possono prendere. Capisco il primo, perché un errore è sempre ammissibile, ma prendere il secondo allo stesso modo proprio no.

Sono situazioni sulle quali bisogna riflettere con grande attenzione in modo da porre fine a questi cali avvenuti negli ultimi minuti di troppe partite. Giampaolo? Non ho mai pensato all'esonero, nemmeno per un minuto, perché la squadra, anche nel derby, ha dimostrato di avere un suo spessore e una precisa identità di gioco.

Quindi il lavoro dell'allenatore si nota ed è stato efficace. Continua a godere della mia piena fiducia e non è una fiducia ispirata da bontà ma dai fatti. Adesso però bisogna che lui riesca trasmettere la grinta, il cuore, qualità di cui è fornito in maniera da superare questo momento negativo.

Ci vuole un passo in più, insomma" "Rimango ottimista, dinanzi alle difficoltà non ci si deve abbattere ma raddoppiare l'impegno. Questo gruppo, rinforzato in estate con innesti anche costosi, ha valori dimostrati in pieno nel 2019, la stagione dei 57 punti.

Poi quest'anno è stato difficile perché quando subisci troppe rimonte perdi fiducia e sicurezza. Nella classifica dei primi tempi saremmo ai vertici del campionato con 20 punti, e allora bisogna fare in modo che non ci siano più i cali degli ultimi 15'"

Chiosa di Cairo su capitan Belotti: "Confermo che in estate si erano fatte avanti delle squadre e confermo la mia intenzione di dire di no a qualsiasi offerta. Anzi a breve inizieremo a parlare con lui del prolungamento di contratto.

Il nostro capitano incarna in pieno tutti i valori del Toro e vogliamo assolutamente tenercelo stretto e a lungo. Mi fa molto piacere che alcuni giovani, Singo in particolare, si stiano mettendo in luce: possono darci una bella spinta.

Singo fu un acquisto dell'ultimo giorno di mercato, mi fidai delle parole del suo procuratore, che ci aveva già portato Nkoulou, e lo presi giusto all'ultim'ora"